Pubblicato in:

Come investire 50.000 euro in maniera semplice e trasparente

Come investire 50.000 euro

Perché Moneyfarm può essere la via migliore per investire 50.000 euro con una soluzione innovativa e trasparente.

Avere 50.000 euro è sicuramente un problema piacevole. Ma ricorda: se mettere da parte una cifra simile può essere difficile, vederla andare in fumo a causa di scelte di investimento sbagliate è davvero facile. Per questo prima di sottoscrivere un investimento devi sempre assicurarti di averne capito il funzionamento e valutato i rischi. Niente paura. Basta informarsi adeguatamente e tenere sempre a mente alcuni punti fermi come la diversificazione, il contenimento dei costi e i vantaggi di un orizzonte temporale lungo, per partire con il piede giusto e regalarti un avvenire finanziario più sereno.

Perché dovresti diversificare il tuo investimento.

Come saprai, diversificare significa investire il tuo capitale varie tipologie di asset e aree geografica, con un conseguente contenimento del rischio al quale ti esponi e un numero maggiore di opportunità da cogliere. Supponiamo che tu abbia diversificato investendo una parte del tuo capitale in azioni e un’altra in obbligazioni: in un dato momento le tue azioni potrebbero essere in negativo e le tue obbligazioni in positivo, bilaciandosi a vicenda. Di conseguenza avrai contenuto l’impatto di un momento poco favorevole e mantenuto un buona performance complessiva. Questa è l’essenza della diversificazione, la base di ogni strategia di investimento efficiente. Ma come si fa a diversificare ? Puoi scegliere di acquistare un paniere di titoli e provare a gestirli  da solo ma avresti bisogno di molto tempo e conoscenze per evitare errori cruciali, inoltre i costi delle operazioni di compravendita sarebbero molto pesanti. Esistono oggi alternative decisamente meno rischiose e più efficienti, come gli ETF e i Fondi comuni. Attraverso questi strumenti puoi diversificare a costi contenuti in modo semplice ed efficiente. Gli ETF permettono di investire su comparti e mercati diversi perché acquistare una quota del fondo equivale a comprare tutti i titoli contenuti in un paniere o indice, senza doverli comprare singolarmente. Diversificare conviene a piccoli e grandi investitori: per chi ha piccole somme significa avere accesso ai mercati senza troppi sacrifici e rischi; per chi come te può investire 50000 euro significa minimizzare i rischi e massimizzare i rendimenti.

Come posso investire 50.00 euro: a chi posso rivolgermi?

A meno che tu non  sia un esperto del settore, ci sentiamo di sconsigliarti il fai da te per i rischi che comporta e di rivolgerti quindi a uno dei seguenti intermediari:

  • una banca
  • una SIM
  • una SGR, SICAV e SICAF

In banca puoi parlare con il tuo consulente di fiducia, chiedere le informazioni necessarie e farti aiutare a trovare la soluzione migliore per investire 50000 euro in modo sicuro. Ma attenzione: ricorda sempre che la banca – come è normale che sia –  ha bisogno nella maggior parte dei casi di vendere dei prodotti, magari non sempre adatti al tuo profilo di investitore. Potresti trovarti a scegliere tra soluzioni d’investimento troppo costose o peggio rischiose, quindi non in linea con il tuo profilo di investitore. Come si spiega? Il procedimento è semplice e lineare. Una società emette un Fondo X e manda un suo promotore alla ricerca di una banca disposta a distribuirlo al cliente finale. Quindi, molto semplicemente la società vende alla banca e la banca vende a te. Nel mezzo ci sono i promotori, quello della società emittente che verrà pagato per essere riuscito a piazzare il prodotto presso la banca, e quello della banca, pagato per essere riuscito a piazzarlo a te.

Tieniti sempre aggiornato!

Ricevi consigli e notizie settimanali per imparare a gestire al meglio le tue finanze. Iscriviti alla nostra newsletter gratuita!

Come evitare d scegliere quindi? C’è una parola chiave che fa la differenza: indipendenza. Rivolgerti a un consulente finanziario indipendente ti permette da un lato di ridurre i costi, dall’altro di non scontrarti con il conflitto di interesse. Chi opera in maniera indipendente, infatti, non riceve retrocessioni (commissioni) sugli strumenti finanziari consigliati all’investitore e per questo può consigliare liberamente il tipo di investimento più adatto al profilo dell’investitore. Chi dipende da terzi ha dei guadagni sul prodotto suggerito e potrebbe essere portato a suggerire l’investimento dalla quale ricava una retrocessione più corposa, rispetto a quello magari più adatto al cliente, ma meno remunerativo per lui. Sia ben chiaro: esistono promotori e intermediari che lavorano per banche o altri enti  in buona fede. Il punto è che in un caso esiste il rischio di conflitto di interesse, nell’altro no. Ecco perché la consulenza indipendente ha sempre una marcia in più.

Quale tipo di investimento scegliere e quanto mi costa?

Investire 50.000 euro puntando sui titoli di stato dei Paesi emergenti o su quelli dei Paesi sviluppati? O meglio ancora sulle azioni del NASDAQ? Probabilmente su tutte e tre le cose, visto che oggi l’unica strada percorribile verso un investimento solido e redditizio nel medio lungo termine è quella della diversificazione. Ma se ormai questo punto è chiaro, ora devi capire se vuoi  investire l’intero capitale in un’unica soluzione o se invece preferisci ricorrere alla flessibilità del Piano Di accumulo. Con il piano di accumulo avresti il vantaggio di investire a piccole dosi, quindi attraverso versamenti periodici, di solito mensili. In questo modo riusciresti a fronteggiare al meglio al volatilità dei mercati e, qualora necessario, potresti interrompere i versamenti e disinvestire in qualsiasi momento. Nel tuo caso, perché non investire 50.000 euro ( o perfino investire 100.000 euro) impegnando una quota subito e il rimanente nel corso mesi seguenti? Una volta costruito un portafoglio di investimenti bilanciato e inserito all’interno di un piano di investimenti di medio-lungo termine, puoi scegliere di investire  30.000 euro oggi e i restanti 20.000 con versamenti mensili di 500 euro/mese (o molto meno, di solito l’importo minimo è 80/100 euro al mese) . Quanto costa? Nel caso di Moneyfarm, investendo 50.000 euro, andresti a spendere lo 0,7% all’anno sul capitale investito, quindi 350 euro/anno (circa 29 euro al mese). Non un centesimo di più. Abbiamo eliminato tutti i costi superflui: non esistono costi di apertura e costi di negoziazione e puoi interrompere in qualsiasi momento il servizio. Quali sono i rendimenti attesi?I rendimenti potenziali variano in base al tipo di portafoglio che  avrai scelto e che quindi meglio risponde alla tue esigenze. Ma per darti un’idea puoi dare uno sguardo ai rendimenti passati dei nostri portafogli modello, tendendo sempre a mente che i rendimenti cambiano, essendo legati alle fluttuazioni dei mercati.

Pianifica il tuo percorso

Quali garanzie hai come investitore.

Puoi contare sulla vigilanza della Consob e di Banca d’italia che pur avendo compiti diversi, in generale, si occupano di garantire la tutela degli investitori, la stabilità e  la competitività del sistema finanziario e la trasparenza e l’osservanza delle disposizioni. Inoltre a seguito della nascita nel 1987 del Fondo interbancario di tutela dei depositi (Fitd), al quale aderiscono obbligatoriamente tutte le banche italiane fatta eccezione per quelle di credito cooperativo iscritte a un altro Fondo,  tutti i depositi fino a 100.000 euro sono tutelati quindi eventualmente rimborsati. Il limite massimo dei 100.000 euro è applicato per depositante e per banca (vedi il decreto legislativo n. 49 del 24 marzo 2011 ). Ciò significa che se hai più conti intestati ma presso la stessa banca la garanzia massima sarà di 100.000 euro; se invece hai più conti presso banche differenti, godrai di una garanzia fino a 100.000 euro per ciascuno dei conti a te intestati. In merito è importante ricordare che, qualora dovessi avere dei titoli emessi direttamente da una banca che poi fallisce, rischieresti di doverti fare carico del suo salvataggio, il cosiddetto bail-in che potrebbe concretizzarsi ad esempio con la riduzione del valore delle tue azioni. Tuttavia vi sono passività escluse dal bail-in e, come ricorda Banca d’Italia, tra queste figurano i depositi protetti dal sistema di garanzia, ossia quelli di importo fino a 100.000 euro. Per evitare di investire 50.000 euro in una banca in sofferenza, meglio diversificare investendo anche in altri asset e richiedere il supporto di un professionista, che grazie all’accesso a informazioni spesso precluse ai normali investitori, può indirizzarti verso la strada migliore.

Se invece hai a disposizione o stai pensando ad investire una somma minore, puoi consultare le nostre guide su come investire 20000 euro, investire 10000 euro e infine investire 5000 euro. Buona lettura.

Prova Moneyfarm

È sempre un buon giorno per investire.

Semplice, trasparente e personalizzato. Il piano di investimento Moneyfarm soddisfa le tue aspettative di rendimento e protegge il tuo capitale.

Simula un portafoglio personalizzato