Pubblicato in:

Azioni Pfizer: quotazione, grafico, analisi e previsioni

Azioni Pfizer


La Pfizer è una delle più grandi industrie farmaceutiche del mondo e in questo settore è anche l’azienda che investe di più nel comparto ricerca e sviluppo. Il crescente interesse degli investitori verso le azioni Pfizer – così come per le azioni Moderna e AstraZeneca – è legato allo sviluppo del vaccino contro il Covid-19, messo a punto insieme al partner BioNTech.

Azioni Pfizer: tabella iniziale

📉 Cosa influenza l’andamento delle azioni Pfizer?Alcuni fattori sono stati la pandemia Covid-19, la richiesta di vaccini e l’annuncio della messa a punto di nuovi farmaci
💳 Come comprare azioni Pfizer?Tramite la banca o presso le piattaforme online
💉 Pfizer distribuisce dividendi?Sì, su base trimestrale
💊 Com’è l’andamento del settore farmaceutico?Stanno crescendo gli investimenti nella ricerca e si prevede un incremento nell’acquisto di farmaci

Panoramica dell’azienda

L’azienda farmaceutica ha una solida storia alle sue spalle. Fondata a Brooklyn nel 1849 da Charles Pfizer e Charles Erhart, oggi ha il suo quartier generale a New York, ma può contare su centri di ricerca sparsi in tutto il mondo. Al momento esistono ben 42 stabilimenti Pfizer dislocati in 125 Paesi.

La mission aziendale è fornire medicinali sicuri ed efficaci per guarire e prevenire molti disturbi e malattie, dai più comuni a quelli rari. Sono diverse le aree terapeutiche che vedono impegnato il colosso farmaceutico: dall’area antinfettiva a quella cardiovascolare, dalla dermatologia all’oftalmologia, dall’oncologia all’urologia, fino al trattamento di patologie che riguardano il sistema nervoso centrale, le vie respiratorie e la salute della donna.

Negli anni l’azienda è cresciuta in modo progressivo, grazie all’acquisizione di altre società del comparto farmaceutico, come il recente acquisto della californiana Arena Pharmaceutical. Queste operazioni di mercato hanno permesso a Pfizer di diventare leader di mercato in diversi settori terapeutici e della veterinaria.

Con una capitalizzazione di oltre 343 miliardi di dollari, la Pfizer è quotata alla Borsa di New York e dall’8 aprile 2004 è parte dell’indice Dow Jones. Al momento è considerata una delle società più interessanti da parte degli investitori, quindi vale la pena conoscere meglio la sua quotazione, il grafico e le previsioni di crescita.

Quotazione delle azioni Pfizer

Il valore delle azioni Pfizer alla fine del 2021 è vicino al massimo storico, pari a 61,25 dollari. Il valore minimo nel 2021 è stato invece di 33,49 dollari, registrato a marzo 2021. L’attuale quotazione delle azioni Pfizer ci conferma che si tratta di un’azienda in buona salute dal punto di vista finanziario.

Per conoscere la quotazione in tempo reale e sapere quindi cosa succede all’indice del Down Jones, è importante conoscere l’orario della Borsa di New York, che apre alle 9:30 locali per chiudere alle 16. È possibile quindi monitorare la quotazione delle azioni dalle 15:30 alle 22 italiane.

I principali portali web che si occupano di finanza permettono di conoscere in tempo reale la quotazione delle azioni Pfizer e di tutti gli altri titoli della Borsa americana. Anche con uno smartphone, gli investitori possono quindi restare aggiornati in ogni momento.

Grafico azioni Pfizer

Per farsi un’idea di come il valore delle azioni è cambiato nel tempo, non c’è strumento migliore del grafico delle azioni Pfizer. Dal grafico possiamo notare come il trend nel 2021 è stato rialzista, tanto che nel dicembre il prezzo delle azioni Pfizer ha toccato il suo massimo storico.

grafico Pfizer

Il grafico ci permette di ampliare lo sguardo, abbracciando un orizzonte temporale più ampio e maggiore degli ultimi 12 mesi. Nel grafico a 5 anni possiamo notare come il valore delle azioni è cresciuto nel tempo, con una prima crescita importante nel 2018 e una battuta d’arresto nel 2020.

Dai grafici che comprendono un periodo di uno o 6 mesi, si rileva invece una visione di maggior dettaglio. Il trend rialzista è comunque confermato anche nel breve periodo.

Andamento delle azioni Pfizer

L’andamento delle azioni Pfizer è stato inevitabilmente influenzato dalla pandemia di Covid-19. La crescente richiesta del vaccino contro il nuovo coronavirus in tutto il mondo, ha avuto un grande impatto sull’andamento del titolo azionario, che nel 2021 ha registrato un trend molto positivo.

Per monitorare i livelli di prezzo registrati nel tempo dalle azioni Pfizer, si rimanda ancora una volta al grafico di breve, medio e lungo periodo. I grafici del 2021 ci confermano un andamento rialzista non solo delle azioni Pfizer, ma di tutti i titoli del settore farmaceutico.

Un altro suggerimento che può tornare utile è restare aggiornati sulle notizie di tipo economico, politico e sanitario che possono in qualche modo avere un effetto sull’andamento delle azioni. Queste notizie possono riguardare, ad esempio, l’acquisizione di nuove società, la scoperta delle nuove varianti di Covid-19 e la conseguente necessità di dosi booster di vaccino.

L’effetto annuncio sugli studi e poi sulla commercializzazione di un vaccino contro il Covid, ha generato molto fermento tra gli investitori, che hanno scelto di dare fiducia al titolo azionario. La crescente richiesta delle azioni Pfizer ha generato quindi un’impennata del prezzo nel 2021.

Investire in azioni Pfizer

Scegliere dove e come investire non è mai una scelta facile. I consulenti di Moneyfarm sono impegnati ogni giorno nel supportare gli investitori, quindi conosciamo bene le difficoltà dei risparmiatori e li guidiamo nella gestione patrimoniale, attraverso investimenti su misura, monitorati da consulenti dedicati.

Come scegliere o meno se investire in Pfizer? L’annuncio della messa a punto di un vaccino contro il Covid-19 da parte di Pfizer e BioNTech, ha destato fin da subito l’interesse degli investitori nei confronti delle azioni del colosso farmaceutico. L’azienda statunitense dispone di ingenti capitali, che anche stavolta le hanno permesso di arrivare prima dei concorrenti e mettere a disposizione del mercato un farmaco contro il virus.

La pandemia ha dato una forte scossa ai mercati dall’inizio del 2020 e i titoli azionari hanno iniziato a risentire di una certa volatilità, paragonabile a quella della grandi crisi finanziaria del 2008. Le azioni delle aziende farmaceutiche come Pfizer, hanno invece risentito meno del tracollo delle Borse.

Molti investitori hanno scelto di investire in azioni Pfizer per cavalcare il trend positivo del titolo azionario. Trattandosi di una società attiva non solo nel mercato statunitense ed europeo, ma in oltre 50 Paesi in tutto il mondo, è meno vulnerabile ai rischi geo-economici.

Anche la differenziazione in settori terapeutici differenti è un altro punto che i potenziali investitori devono tenere in considerazione. Anche quando l’emergenza pandemica inizierà a scemare, la Pfizer continuerà a commercializzare e innovare i prodotti e i trattamenti per debellare altre patologie.

Comprare azioni Pfizer

Il canale più tradizionale per comprare azioni Pfizer è quello bancario, accessibile sia in filiale sia tramite i servizi di home banking. Chi sceglie di affidarsi alla banca deve pagare delle commissioni di 10 o 12 euro per ogni operazione.

Scopri la proposta d'investimento costruita per te

1. Crea il tuo profilo
2. Scopri il tuo portafoglio
3. Comincia a investire
Simula un portafoglio

Si tratta di una spesa che può incidere in modo significativo sull’investimento quando si investono piccole cifre. Quando invece per l’acquisto e la vendita di azioni Pfizer si investe un capitale che supera i 6.000 euro, l’investitore riesce ad ammortizzare questa spesa.

In alternativa al canale bancario, l’investitore può comprare azioni Pfizer attraverso le piattaforme online, che prevedono commissioni molto basse o inesistenti. Questa è una soluzione consigliabile a chi vuole investire capitali molto piccoli.

Se invece di comprare solo azioni Pfizer, vuoi creare un portafoglio di investimento diversificato e che punta ad obiettivi di medio e lungo periodo, puoi affidarti a Moneyfarm. L’investimento sarà monitorato costantemente per massimizzare il suo rendimento.  

Dividendi azioni Pfizer

Come per la maggior parte delle grandi aziende statunitensi, anche la Pfizer distribuisce i suoi dividendi su base trimestrale ai detentori delle azioni ordinarie. L’ultimo dividendo del 2021, pari a 40 centesimi di dollaro per azione, è il 332° dividendo trimestrale consecutivo pagato da Pfizer ai suoi azionisti.

Gli investitori che hanno dato fiducia alle azioni Pfizer possono quindi contare su una rendita costante, proporzionale al numero di azioni acquistate. Nel 2021 i dividendi approvati dal consiglio di amministrazione della società, si sono avvicinati al 3-4% del valore del titolo azionario, che come abbiamo visto è cresciuto in modo esponenziale nell’ultimo anno.

Oltre al pagamento di una buona cedola, che negli anni è cresciuta in modo costante, gli azionisti di Pfizer hanno potuto beneficiare anche della costanza dei pagamenti. Con questo storico alle spalle, è facile immaginare che anche nel futuro la società riuscirà a garantire pagamenti regolari ai suoi azionisti.

Previsione azioni Pfizer 2022

Per prevedere l’andamento delle azioni Pfizer nel 2022, dobbiamo tenere conto del trend del titolo finora registrato, degli investimenti per espandere la società, dell’andamento del mercato farmaceutico e anche dello scenario pandemico che ci attende nei prossimi mesi.

Nel 2021 si è registrata una tendenza al rialzo del valore del titolo, che ha toccato il massimo storico nel mese di dicembre. La società ha fatto progressi sia sul fronte della sua espansione nel mercato, con l’acquisizione di società concorrenti, sia sul fronte della ricerca di nuove soluzioni contro le varianti emergenti del Covid-19.

Le previsioni sulle azioni Pfizer del 2022 non possono prescindere dalla crisi del mercato azionario iniziata nel 2020 e non ancora conclusa. È bene sottolineare che le società del comparto farmaceutico sono state tra le poche a resistere alla crescente volatilità dei mercati.

Covid-19: l’impegno di Pfizer nell’emergenza Coronavirus

La Pfizer può contare su centri di ricerca e sviluppo all’avanguardia, che da oltre un decennio sono impegnati nella messa a punto delle tecnologie mRNA. Grazie a questi studi la società è riuscita a far partire in tempi rapidissimi la prima sperimentazione clinica globale per contrastare il Covid-19.

Il lavoro sinergico di Pfizer, BioNTech e degli enti regolatori statunitensi ed europei, ha permesso di passare in meno di quattro mesi dagli studi preclinici ai test sull’uomo, con ingenti investimenti da parte della società farmaceutica.

Ancora oggi l’impegno di Pfizer nell’emergenza pandemica continua, perché il virus continua a mutare e le nuove varianti richiedono lo sviluppo di dosi “booster” realizzate appositamente. Secondo le dichiarazioni del Presidente e CEO della Pfizer, Albert Bourla, è già iniziata la produzione su larga scala di un siero specifico per contrastare la variante Omicron, che potrebbe essere pronto in soli 100 giorni.

Analisi settore farmaceutico

La richiesta di vaccini contro il Covid-19 ha dato una forte spinta al settore farmaceutico, di cui hanno beneficiato soprattutto le società impegnate nello sviluppo, nella produzione e nella commercializzazione dei vaccini.

Durante la pandemia l’industria farmaceutica globale ha acquistato un ruolo di primo piano agli occhi dell’opinione pubblica, come mai era successo prima d’ora. Questa centralità delle società farmaceutiche ha portato sempre più investitori ad informarsi e valutare l’acquisto di azioni.

Secondo l’ultimo rapporto di Evaluate Pharma, per i prossimi 5 anni è previsto un incremento delle vendite dei farmaci soggetti a prescrizione del 6,4% annuo. Si tratta di un volume d’affari pari a circa un trilione di dollari, a cui si aggiunge anche la vendita di farmaci generici e dei cosiddetti “farmaci orfani”, utilizzati per la prevenzione e il trattamento delle malattie rare.

Nello stesso quinquennio è prevista anche una crescita degli investimenti in ricerca e sviluppo, che interesserà varie aree terapeutiche e in particolare l’oncologia.

Conclusioni

Scegliere di investire nell’acquisto di azioni dev’essere sempre una scelta consapevole e ragionata. Sulla base delle analisi, dei grafici e delle informazioni che ti abbiamo illustrato sulle azioni Pfizer, adesso dovresti avere le idee più chiare per decidere se ci sono le basi per valutare un investimento in Pfizer, sulla base dei tuoi obiettivi economici e del tuo profilo di rischio.

Noi di Moneyfarm ti raccomandiamo in ogni caso di diversificare il tuo portafoglio d’investimento, magari sulla base di un piano ad hoc che ti permetta sia di proteggere il capitale sia di soddisfare le tue aspettative di rendimento.

Domande frequenti

Qual è stato il trend delle azioni Pfizer?

Il titolo ha chiuso il 2021 con un trend rialzista e nello stesso anno ha fatto registrare il suo prezzo massimo nel mese di marzo. Si può monitorare il suo andamento visitando i principali portali web dedicati alla finanza.

Conviene investire in azioni Pfizer?

Se l’obiettivo è quello di cavalcare il trend positivo legato alla vaccinazione Covid potrebbe essere troppo tardi. Si può invece valutare l’inserimento del titolo in un’ottica di diversificazione del portafoglio d’investimento.

L’azienda Pfizer sta puntando allo sviluppo di nuovi farmaci?

Il settore ricerca e sviluppo è quello che riceve i maggiori finanziamenti, infatti i ricercatori sono impegnati nello sviluppo di nuovi farmaci sia contro il Covid-19 e le sua varianti, sia contro altre patologie.

Prova Moneyfarm

Moneyfarm è il Consulente Finanziario Indipendente che ti guida e gestisce il tuo capitale con un investimento su misura e un consulente dedicato sempre al tuo fianco.

Simula un portafoglio personalizzato

- Premiati per il 7° anno consecutivo “Miglior Consulente Finanziario Indipendente in Italia”
- Superati i 2 miliardi di euro di risparmi in gestione
- Scelti da più di 80.000 investitori attivi in tutta Europa
- Consigliati da più del 90% dei nostri clienti