Pubblicato in:

Azioni Moderna: quotazione, grafico, analisi e previsioni

azioni moderna

Le azioni Moderna, azienda farmaceutica statunitense, sono salite alla ribalta negli ultimi due anni grazie al successo del vaccino contro il coronavirus, impiegato da decine di governi in tutto il mondo per fronteggiare la pandemia.

Grazie al successo commerciale del vaccino, le azioni dell’azienda sono cresciute di oltre il 1.200% nel momento di picco. Una crescita del genere ha attirato l’attenzione di molti investitori che si domandano, in uno scenario dove la pandemia e le vaccinazioni probabilmente sono destinate a restare un tema centrale dei prossimi anni, se ci sia ancora margine per la crescita.

La seconda parte del 2021 racconta però una storia diversa, con il valore del titolo che è andato in picchiata, scottando molti investitori che avevano magari provato a salire sul carro del vincitore nel momento sbagliato.

Bisogna ricordare che guardare ai risultati passati non è mai una buona idea per valutare un’opportunità di investimento. Per realizzare la performance strabiliante del 1200%, si sarebbe dovuto puntare su Moderna ben prima che il vaccino ricevesse l’approvazione dagli enti regolatori, un rischio considerevole in uno scenario dove decine di aziende in tutto il mondo lavoravano allo sviluppo di un prodotto analogo. Si sarebbe poi dovuto vendere il titolo nel momento di massima, che ha coinciso con la fase di massimo utilizzo del vaccino.

Un altra cosa che bisogna ricordarsi è che i mercati guardano al futuro più che al presente. L’enorme successo di mercato del vaccino è stato già “prezzato” dal mercato attraverso la performance stellare degli ultimi due anni. Per i prossimi anni, anche un risultato economico eccellente ma al di sotto delle aspettative, magari dovuto all’approvazione di vaccini concorrenti, potrebbe risultare in una performance di borsa negativa per il titolo Moderna. L’andamento delle azioni Moderna inc nel 2021 è in questo senso paradigmatico, con il titolo che ha polverizzato gran parte dei guadagni raggiunti nell’anno.

Soprattutto negli ultimi mesi, molti investitori hanno dunque iniziato a mettere in discussione l’opportunità di acquistare le azioni Moderna. Gran parte della popolazione è già stata vaccinata e sembra che la pandemia sia destinata nel tempo a diventare endemica, diminuendo l’incentivo per i governi di spendere miliardi in costose campagne vaccinali.

Altri elementi di rischio per il futuro andamento delle azione Moderna possono essere l’emergere di nuove varianti, che renderebbero i vaccini dell’azienda statunitensi meno efficaci, o la concorrenza di altri vaccini e delle cure farmacologiche per il Covid 19, che potrebbero ridurre gli incentivi alla vaccinazione.

In questo articolo proveremo a ragionare sulla domanda chiave per gli investitori: le azioni Moderna sono oggi troppo costose? Proveremo anche a offrire una panoramica delle attività dell’azienda, per capire quali potranno essere le fonti di rendimento in futuro. Bisogna precisare che lo scopo di questo articolo non è quello di dare consigli d’investimento.

Se sei un investitore alla ricerca di opportunità di investimento, l’approccio che comunque consigliamo è quello di costruire un portafoglio ampiamente diversificato. Se vuoi scoprire la nostra proposta di gestione patrimoniale costruita intorno alle tue esigenze, ti basterà completare il breve percorso online.

SCOPRI LA NOSTRA PROPOSTA PERSONALIZZATA

Performance delle azioni Moderna: il grafico

Premettendo che le performance passate non sono garanzia delle performance future, osservare l’andamento del titolo Moderna negli ultimi due anni può essere un buon punto di partenza per la nostra analisi.

 

 

Come si può notare dal grafico del 25 gennaio il valore dell’azione era stabile, assestato leggermente sotto i 20 dollari. Alla notizia che l’azienda si stava avvicinando allo sviluppo del vaccino la valutazione del titolo ha cominciato a schizzare, fino al picco di 497$ raggiunto quando la campagna vaccinale era ancora in corso.

Nella seconda parte dell’anno, quando si sono diffuse voci sull’ingresso di nuovi player sul mercato dei vaccini, la tendenza si è invertita e le valutazioni dell’azione sono rientrate in parametri più normali. Insomma, si nota un andamento estremamente volatile e non semplice da anticipare, che dovrebbe servire da monito soprattutto agli investitori meno esperti che volessero cimentarsi in un’attività di trading.

Quanti utili ha ottenuto Moderna nel 2021?

Un modo per capire se convenga investire in Moderna possa essere la scelta giusta e se l’attuale prezzo dell’azione è congruo, può essere dare un’occhiata ai risultati dell’azienda. L’azienda ha recentemente affermato che solo il vaccino porterà nelle casse oltre 17,5 miliardi di euro. Per come sembra si stia evolvendo la pandemia oggi, la domanda di vaccini nel 2022 potrebbe essere addirittura superiore a quelle dell’anno scorso. Moderna ha già firmato accordi di acquisto anticipato per il valore 18,5 miliardi, a cui si devono aggiungere 3,5 miliardi di opzioni.

Questi numeri potrebbero anche aumentare nel caso l’azienda dovesse concludere nuovi accordi nel corso dell’anno. Moderna è attualmente in trattativa per la conclusioni di nuove forniture. Tutte queste notizie possono far presagire un 2022 che potrebbe essere addirittura migliore dell’anno passato per Moderna. Attenzione però: ciò non vuol necessariamente dire che le azioni performeranno in modo positivo, ovviamente il prezzo di partenza è già molto alto e tiene già conto degli accordi siglati. Per ottenere una nuova sovraperformance, l’azienda dovrà sorprendere in positivo con utili ancora superiori rispetto alle attese. Un’ altra spinta potrebbe arrivare se si dovessero ottenere, nel corso dell’anno, ulteriori rassicurazioni che il business dei vaccini continuerà a premiare l’azienda anche negli anni a seguire.

Quali sono le prospettive per il futuro dell’azienda e l’andamento delle azioni Moderna?

Per capire se Moderna continuerà ad avvantaggiarsi dalla vendita dei vaccini anche nel futuro, è importante valutare le implicazioni per l’uso dei vaccine della transizione verso la fase in cui il Covid sarà considerato una malattia endemica, con il quale diventerà necessario convivere. Senza voler ergersi a virologi, è possibile immaginare uno scenario in cui il virus resta diffuso, ma con tassi di letalità più bassi.

Ciò che bisognerà capire è se e quanto le persone avranno comunque bisogno di rinnovare la protezione vaccinale. Prendiamo il caso dell’influenza, che è un virus stagionale endemico. Le persone possono ancora ricorrere al vaccino, ma esso non è più obbligatorio e solo una parte minoritaria della popolazione, che spesso coincide con quella più fragile, decide di optare per questa possibilità.

Scopri la proposta d'investimento costruita per te

1. Crea il tuo profilo
2. Scopri il tuo portafoglio
3. Comincia a investire
Simula un portafoglio

Se dovessimo guardare a quanto successo negli ultimi mesi del 2021, con la diffusione della variante Omicron, sembra che comunque la vaccinazione rimarrà necessaria, almeno per qualche tempo, per gestire la transizione alla fase endemica del virus. Sia Moderna, sia Pfizer hanno suggerito che sarà necessario un vaccino o un richiamo annuale. Ma il costo politico di imporre una campagna vaccinale obbligatoria ogni anno, qualora la pericolosità percepita della malattia dovesse scendere, potrebbe diventare troppo alto.

E così potrebbero prendere piede soluzioni meno invasive, soluzioni magari oggi ancora non disponibili sul mercato, come gli antivirali o vaccini con una efficacia più duratura. I mercati finanziari nel “prezzare’ un’azione guardano al lunghissimo periodo ed è con questo orizzonte che dobbiamo effettuare le nostre valutazione.

In questo momento, il booster che Moderna sta offrendo è uguale al suo vaccino originale, con una dose più bassa.

Certo nel lungo termine anche il prodotto è destinato a evolversi. L’azienda ha annunciato di stare lavorando allo sviluppo di vaccini respiratori combinati che potrebbero incoraggiare le persone a continuare con i booster annuali anche in futuro.

Prospettive di vendita dei vaccini

È ancora troppo presto per prevedere se e quando le vendite di vaccini o booster smetteranno di crescere o addirittura diminuiranno. Ma sembra che, al netto dell’emergere di nuove varianti, le prospettive di guadagno provenienti dai vaccini non sono probabilmente destinate ad azzerarsi da un giorno all’altro: il vaccino anti Covid potrebbe diventare il prodotto di punta per Moderna per lungo tempo.

Ma a fare la differenza sulle potenzialità di un titolo molto inflazionato sarà soprattutto la capacità di diversificare il proprio business. A oggi l’azienda ha in cantiere 40 programmi di sviluppo: purtroppo, come è comune per tutte le industrie che dipendono da brevetti e patenti, non è semplice ottenere una valutazione preventiva del successo di queste ricerche. Tuttavia ci sentiamo di poter dire che l’azienda si trova oggi ben posizionata da un punto di vista finanziario per competere nella ricerca farmaceutica con le aziende top del settore.

Un prodotto di cui si è parlato è il vaccino di Moderna per il citomegalovirus. Questo virus, relativamente comune, è particolarmente pericoloso per i bambini non ancora nati o per le persone con un sistema immunitario debole. Attualmente non esiste un vaccino e il prodotto sviluppato da Moderna è entrato di recente nella fase 3 dei trials necessari per l’approvazione e la commercializzazione. Arrivati a questo punto esiste un’alta probabilità che il prodotto venga prima o poi commercializzato. E ciò potrebbe risultare in un notevole successo commerciale per Moderna.

Un altro potenziale game changer per le sorti del titolo potrebbe essere l’attività di acquisizione di brevetti o aziende, sempre sfruttando la grandissima liquidità derivata dalla vendita del vaccino anti Covid. Insomma, lo scopo di questo articolo non è quello di dare un consiglio d’investimento, ma di offrire alcuni spunti su come ragionare quando si valuta l’acquisto di un titolo di un’azienda. Sicuramente quello che si può dire è che Moderna, grazie all’enorme successo commerciale di un prodotto si trova ora in una posizione privilegiata per continuare a investire e sviluppare il proprio business, entrando nell’olimpo del settore farmaceutico.

Se sperate, tuttavia, di approfittare del successo del vaccino anti Covid per speculare sulle azioni Moderna, siete probabilmente in ritardo. Certo le notizie sull’evoluzione del quadro sanitario avranno ancora il potere di far oscillare (in alto e in basso) il valore delle azioni Moderna. Insomma, il successo dell’azienda nel breve termine non conterà quanto la sua capacità di macinare risultati nel lungo periodo. Per questo la domanda chiave a cui gli investitori devono rispondere è: le quotazioni delle azioni Moderna sono troppo alte?

Ma le azioni Moderna sono care?

La rincorsa del prezzo negli ultimi due anni aveva fatto schizzare il rapporto prezzo utili fino a oltre 16 al momento di picco. Verso la fine del 2021 le preoccupazioni del mercato sulle prospettive di vendita dei vaccini hanno pesato negativamente sulla valutazione delle azioni moderna. A inizio gennaio 2021 il titolo veniva scambiato con un P/E di poco superiore al 10, quindi al di sotto della media generale dell’indice S&P 500. Insomma il titolo al suo picco era particolarmente inflazionato, ma il crollo della seconda parte del 2021 ha riportato i parametri finanziari entro una rotta più sostenibile. Questa dinamica mostra ancora una volta come le prospettive di crescita per questa azienda sono oggi uno dei fattori più importanti nella determinazione dell’andamento delle azioni Moderna.

Allo stesso tempo, la posizione finanziaria dell’azienda sta migliorando, grazie soprattutto agli introiti derivati dal vaccino. Ma torniamo alla nostra domanda iniziale: le azioni Moderna sono troppo costose? Le metriche finanziarie, soprattutto nel contesto di un mercato con valutazioni molto alte, suggeriscono che in realtà in questo momento, considerando la crescita attuale, le prospettive di crescita e la situazione finanziaria dell’azienda, il titolo non sembra eccessivamente valutato.

Naturalmente, il valore delle azioni sarà condizionato dalle notizie, in parte imprevedibili, riguardo l’evoluzione della pandemia. Le scorte di vaccini biotecnologici rimangono molto sensibili alle notizie sul coronavirus, e questo porterà necessariamente volatilità nel breve: lecito aspettarsi alti e bassi. L’andamento volatile delle azioni Moderna nel 2021, caratterizzato da forti guadagni, quasi completamente polverizzati nella seconda parte dell’anno, oltre a portare le valutazioni entro parametri più normali, ci ricorda il rischio di investire su questo tipo di azioni con un’ottica di breve termine.

Moderna si trova tuttavia in una buona posizione per accrescere il proprio giro d’affari e ciò potrebbe premiare gli investitori con una prospettiva di lungo termine.

In definitiva: conviene investire nelle azioni Moderna inc?

Quando si pensa alla costruzione di un portafoglio azionario bisogna sempre farlo con un approccio che tenga conto della propria posizione finanziaria, della propria propensione al rischio, dei propri obiettivi e della propria capacità di affrontare perdite.

Questa valutazione, non deve essere fatta a livello di singolo titolo, quanto in ottica di costruzione del portafoglio, cercando anche di operare una congrua diversificazione tra settori e aree geografiche. Se siete investitori esperti il titolo Moderna potrebbe rappresentare un’opzione interessante per il medio termine, a patto che l’azienda sappia convertire la sua solida posizione finanziaria in successi dal punto di vista commerciale.

Se siete investitori alle prime armi, il suggerimento è sempre quello di affidarsi a dei professionisti per la costruzione del vostro portafoglio di investimento. In Moneyfarm siamo specializzati nella costruzione di portafogli ampiamente diversificati che usano ETF (o fondi passivi) al fine di generare rendimenti nel lungo termine entro orizzonti di rischio controllati. Se siete interessati a scoprire la proposta personalizzata di Moneyfarm vi basterà completare il breve processo online.

 

 

Prova Moneyfarm

Moneyfarm è il Consulente Finanziario Indipendente che ti guida e gestisce il tuo capitale con un investimento su misura e un consulente dedicato sempre al tuo fianco.

Simula un portafoglio personalizzato

- Premiati per il 7° anno consecutivo “Miglior Consulente Finanziario Indipendente in Italia”
- Superati i 2 miliardi di euro di risparmi in gestione
- Scelti da più di 80.000 investitori attivi in tutta Europa
- Consigliati da più del 90% dei nostri clienti