Pubblicato in:

Indice MSCI World: cos’è, come si compone e come investire

indice msci world

L’ MSCI World è un indice di mercato azionario ponderato per la capitalizzazione che include oltre 1.500 tra le principali aziende di tutto il mondo. L’indice è composto e gestito da MSCI, precedentemente Morgan Stanley Capital International.

Si tratta di uno degli indici azionari globali più importanti tanto da essere comunemente utilizzato come benchmark per fondi azionari “globali” destinati a investire in un’ampia selezione di aziende rappresentativa della comunità del business di tutto il mondo.

L’indice include una raccolta di azioni dei principali mercati sviluppati. All’interno di esso possono essere incluse aziende di 23 paesi, ma sono esclusi i titoli delle economie emergenti e di frontiera. Tecnicamente, al di là di quanto possa suggerire il nome, non si tratta dunque di un indice che mira a una massima rappresentatività geografica, ma piuttosto a essere il punto di riferimento per l’azionario globale dei mercati sviluppati. Al contrario, l’indice MSCI All Country World (ACWI), comprende sia i paesi sviluppati, sia quelli emergenti.

L’MSCI World Index è calcolato dal 1969, in varie forme: senza dividendi (Price Index), con dividendi netti o lordi reinvestiti (Net and Gross Index), in dollari USA, euro e valute locali. Da un punto di vista degli investitori, l’indice è il punto di riferimento per coloro che volessero costruire in modo semplice e pratico un investimento azionario diversificato a livello globale.

In Moneyfarm siamo esperti nella costruzione di strategie di investimento multi-asset globali, se desideri approfondire la nostra offerta, ottenendo una proposta di investimento costruita intorno alle tue esigenze, ti basterà completare il breve percorso online.

INIZIA IL PERCORSO DI INVESTIMENTO CON MONEYFARM

La storia dell’indice MSCI World

La storia dell’indice MSCI World ha radici molto antiche, il che rende questo indice uno degli indici globali per cui è più semplice reperire dati rispetto alle performance storiche. L’azienda statunitense Capital International introdusse una serie di indici azionari nel 1969 per rispecchiare la performance dei mercati internazionali, questi indici possono essere considerati i primi indici di borsa per i mercati al di fuori degli Stati Uniti.

Quando Morgan Stanley ha acquistato i diritti di licenza sui dati di Capital nel 1986, ha iniziato a utilizzare l’acronimo MSCI, come acronimo di Morgan Stanley Capital Investments. Nel 2004, MSCI ha acquisito Barra, una società di gestione del rischio e analisi di portafoglio, per circa 816,4 milioni di dollari. La fusione ha portato alla creazione di una nuova società, MSCI Barra, che è stata scorporata attraverso la quotazione tramite (IPO) nel 2007 e il cui titolo ha iniziato a essere scambiato sulla Borsa di New York con il ticker azionario MSCI. L’azienda è diventata una società per azioni completamente indipendente nel 2009.

A oltre 50 anni dal lancio, gli indici azionari restano l’attività per cui l’azienda resta maggiormente conosciuta. I migliaia di indici dell’azienda si concentrano su diverse aree geografiche o tipologie di azioni. Proprio per l’affidabilità e l’ampio utilizzo di questi indici, essi sono comunemente usati come base per la quotazione di fondi (ETF).

Gli indici più famosi di MSCI

L’indice MSCI World è uno degli indici più di successo tra quelli lanciati da MSCI ma non è l’unico. Tra gli altri ricordiamo l’MSCI Emerging Market, che dal 1988, include i titoli di 24 economie emergenti tra cui Cina, India, Tailandia, Brasile, Sud Africa, Russia e Messico. Un altro indice spesso utilizzato come benchmark è l’indice MSCI Frontier Markets che misura la performance dei mercati finanziari in paesi emergenti e sviluppati con mercati azionari di piccole o medie dimensioni.

L’MSCI World metodologia: cos’è un indice cap weighted?

L’indice MSCI World mira a rappresentare la grande e media capitalizzazione in 23 paesi dei mercati sviluppati. Attraverso l’investimento in 1.546 aziende (a dicembre 2021) l’indice riesce a coprire l’85% della capitalizzazione di mercato di ciascun paese.

L’ MSCI World MSCI è un indice Cap Weighted ovvero ponderato per la capitalizzazione di mercato, il che significa che l’influenza della performance delle singole aziende sulle performance dell’indice dipende dalla capitalizzazione di mercato di esse (la capitalizzazione è il valore di borsa di un’azienda, calcolato moltiplicando il prezzo di un’azione per il numero di azioni in circolazione).

La metodologia tende a favorire le aziende con maggiore capitalizzazione: i titoli delle aziende più grandi ottengono una ponderazione più alta sull’indice. Ciò riflette il fatto che le società a grande capitalizzazione hanno un impatto maggiore sull’economia rispetto alle società a media o piccola capitalizzazione.
Una variazione percentuale del prezzo delle azioni a grande capitalizzazione comporterà dunque un movimento maggiore nel valore dell’indice rispetto a una variazione del prezzo di una società a bassa capitalizzazione. La composizione dell’indice MSCI viene rivalutata ogni quattro anni, e l’indice viene ribilanciato due volte l’anno.

La performance dell’indice MSCI World

La performance dell’indice MSCI World viene spesso utilizzata come punto di riferimento per avere un senso della performance dell’azionario globale. Come è noto, l’azionario globale viene da un trend decennale di crescita molto significativa e pertanto l’andamento dell’indice MSCI world è stato estremamente positivo e costante nel tempo.

 

Come si nota dal grafico l’indice ha ottenuto una performance annualizzata di circa il 12,70% all’anno negli ultimi 10 anni, sovraperformando sia l’analogo indice di MSCI sui mercati emergenti, sia l’MSCI All Country World. Ovviamente le performance passate non sono una garanzia delle performance future, ma la performance annualizzata dell’indice a partire dalla data di lancio (oltre l’11%) è un’ottima testimonianza di come l’investimento azionario di lungo termine si sia storicamente dimostrata una scelta vincente per gli investitori.

La composizione dell’indice MSCI World

Scopri la proposta d'investimento costruita per te

1. Crea il tuo profilo
2. Scopri il tuo portafoglio
3. Comincia a investire
Simula un portafoglio

Anche il peso dei settori e delle geografie riflettono una diversificazione che mira a ricalcare il peso relativo delle aziende quotate sui mercati finanziari globali. Ovviamente il settore tecnologico è oggi quello che domina l’indice, così come la Borsa americana, che pesa per oltre il 60% dell’intero listino.

Non sorprende che, andando a guardare le principali società per peso all’interno dell’indice troviamo in testa i grandi colossi tecnologici americani, che con le loro capitalizzazioni da record si sono imposti negli ultimi anni come le società più rilevanti nel determinare l’andamento dei mercati finanziari e (in un certo senso) dell’economia globale.

Investire nell’indice MSCI World Index

Come detto in precedenza, l’indice MSCI world traccia la performance di 1500 aziende rappresentative dei mercati azionari nei paesi sviluppati. Non stupisce che esso sia uno dei principali punti di riferimento per tutti coloro che desiderano costruire strategie azionarie globali.

L’indice MSCI world è uno dei più utilizzati a livello globale come benchmark. Nel 2019 è stato stimato che oltre 12.000 miliardi di dollari di asset sono oggi investiti in strumenti o fondi che o replicano o si riferiscono all’MSCI World come benchmark.

Senza entrare dunque nel dettaglio dell’ampissima offerta di strumenti a disposizione degli iper investire sull’azionario globale, ci soffermeremo in questo caso sulle strategie passive.

Se si vuole, infatti, replicare la performance dell’indice MSCI World, il metodo oggi probabilmente più conveniente e più accessibile è quello di acquistare un ETF. Gli ETF sono dei fondi passivi che prendono come punto di riferimento un indice con l’obiettivo di replicarne la performance. Lo possono fare o attraverso l’acquisto di tutti i titoli inclusi nell’indice (formula fisica), o attraverso un sistema di campionamento (formula sintetica).

I migliori ETF sull’MSCI World Index

Ma come individuare la migliore scelta tra le centinaia di fondi che investono sull’indice MSCI world? A Moneyfarm utilizziamo i fondi passivi per la creazione di strategie di investimento diversificate a livello globale.

Gli ETF, con costi molti ridotti, hanno reso possibile la creazione di strategie che utilizzano gli indici di investimento per esporsi ai fattori macroeconomici che guidano la performance degli asset globali.

Per selezionare gli ETF abbiamo perfezionato un metodo che tiene conto di sette parametri fondamentali. Tra questi sette parametri il prezzo è il più importante, ma non è l’unico criterio che va tenuto in considerazione nella selezione degli investimenti. Altri parametri sono la liquidità dei fondi, gli asset in gestione, il tracking error e la reputazione della società di emissione del fondo.

In seguito alla nostra valutazione abbiamo scelto di investire nell’ETF ISHARES CORE MSCI WORLD UCITS ETF che abbiamo ritenuto il maggiormente adatto tra i fondi quotati su Borsa Italiana. Altri fondi che utilizziamo per evitare troppo la concentrazione sono quelli offerti da Lyxor e Ubs, Per i portafogli socialmente responsabili offriamo LCWD IM Eqtuiy e SWDA IM Equity.

Conviene investire nell’MSCI World

Investire nell’MSCI World può essere un ottimo metodo per esporsi al mercato azionario globale. Investire sull’economia globale è una buona idea per accrescere il proprio capitale nel tempo, un’opzione che la maggior parte degli investitori dovrebbero considerare.

Tuttavia la creazione di un portafoglio ben diversificato non è semplice: gli investitori hanno tutti profili e situazioni particolare diverse, pertanto non tutti dovrebbero esporsi al rischio in modo uguale.

Inoltre, seppur è buona norma differenziare gli investimenti a livello globale, invertire solamente attraverso l’MSCI World potrebbe far perdere alcune opportunità, come quelle dell’azionario dei mercati emergenti, o non sfruttare al massimo l’opportunità tattica di sovrapporsi ad alcuni segmenti del mercato obbligazionario.

Non bisogna inoltre dimenticare che oltre la diversificazione geografica è buona norma operare la diversificazione per asset class. Per massimizzare il rendimento di un portafoglio dal punto di vista del rischio/rendimento può essere vantaggioso affiancare alla componente azionaria altre tipologie di asset come per esempio le obbligazioni o le materie prime.

Se hai intenzione di considerare una Gestione Patrimoniale, una soluzione di investimento gestita professionalmente da un team di esperti, il primo passo è quello di delineare il tuo profilo investitore completando senza impegno il breve processo online.

 

Prova Moneyfarm

Moneyfarm è il Consulente Finanziario Indipendente che ti guida e gestisce il tuo capitale con un investimento su misura e un consulente dedicato sempre al tuo fianco.

Simula un portafoglio personalizzato

- Premiati per il 7° anno consecutivo “Miglior Consulente Finanziario Indipendente in Italia”
- Superati i 2 miliardi di euro di risparmi in gestione
- Scelti da più di 80.000 investitori attivi in tutta Europa
- Consigliati da più del 90% dei nostri clienti