Pubblicato in:

Ancora un semestre di crescita per Moneyfarm

giovanni

Con l’avvicinarsi della chiusura d’anno, possiamo condividere alcuni risultati ottenuti in questa prima parte di 2023, che si è rivelata ricca di iniziative e novità in casa Moneyfarm. Nonostante il periodo di mercato complicato, gli investitori italiani e britannici hanno continuato a darci fiducia. Il numero di coloro che si rivolgono a Moneyfarm per la gestione del risparmio è cresciuto del 15% anno su anno al 30 giugno 2023, superando i 102.000 clienti, ed anche gli asset in gestione sono cresciuti della stessa percentuale.

Ciò ci ha permesso di essere nominati per la prima volta da CNBC tra le 200 migliori società fintech a livello globale nel 2023, un riconoscimento concesso ad appena altre 20 società globali di gestione patrimoniale. I primi sei mesi dell’anno sono stati contrassegnati da molte novità sia da un punto di vista della crescita aziendale, sia da un punto di vista del lancio di prodotto. Tra luglio e agosto abbiamo ottenuto l’autorizzazione formale dal regolatore per completare l’acquisizione di Profile Pensions, società di consulenza previdenziale digitale leader in UK.

L’acquisizione ha portato i nostri asset in gestione a superare i 4 miliardi di euro e i 125.000 clienti attivi in totale. La prima parte dell’anno è stata caretterizzata anche dall’inizio di nuove partnership strategiche. In collaborazione con M&G abbiamo lanciato l’app di investimento &me nel Regno Unito. Inoltre, eToro, la piattaforma di trading online, ha lanciato con il nostro aiuto una soluzione di gestione patrimoniale (ISA) all’avanguardia per i suoi clienti, sempre in UK.

Per quanto riguarda la gamma dei prodotti la prima parte del 2023 è stata caratterizzata dal lancio delle linee d’investimento tematiche. Il semestre è stato anche caratterizzato dalla crescita dell’interesse per le soluzioni di investimento socialmente responsabili, che sono aumentate del 45% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno arrivando a quasi 500 milioni di euro. Oltre alle masse, è cresciuto, parallelamente, anche il numero di clienti che scelgono portafogli sostenibili (+42%), per lo più Millennials e Gen X (rispettivamente il 40% e il 27% del totale degli investitori ESG). Dall’avvio della commercializzazione dei portafogli sostenibili nel secondo semestre del 2021 ad oggi, le masse hanno continuato a crescere a doppia cifra, a dimostrazione di quanto, per i clienti Moneyfarm, questa tipologia di investimenti non sia un trend passeggero, ma un’opportunità per ottenere rendimenti nel lungo periodo. Da sottolineare anche il fatto che i clienti italiani siano più interessati degli inglesi agli investimenti sostenibili: nel primo semestre del 2023, gli investimenti in portafogli ESG in Italia sono cresciuti del 55%, contro il 28% registrato in UK.

Scopri la proposta d'investimento costruita per te

1. Crea il tuo profilo
2. Scopri il tuo portafoglio
3. Comincia a investire
Simula un portafoglio
Il tuo capitale investito è a rischio di perdita

Nella fotografia aggiornata della base clienti Moneyfarm si segnala il grande dinamismo tra gli investitori appartenenti alla Generazione Z, ossia i nati tra il 1996 e il 2010: al 30 giugno 2023 rappresentano quasi il 10% della base clienti, mettendo a segno una crescita di oltre il 16% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. I Millennials restano la fascia demografica maggiormente rappresentata, con il 42% della base clienti che ha tra i 28 e i 42 anni.

Giovanni Daprà, Co-fondatore e Amministratore Delegato di Moneyfarm, ha commentato: “Raggiungere il traguardo dei 4 miliardi di euro di masse in gestione in un periodo di volatilità e incertezza sui mercati non è solo motivo di soddisfazione, ma è anche la prova che il nostro modello di business, fatto di competenze unite alle più avanzate tecnologie digitali, è apprezzato da un numero sempre crescente di investitori, soprattutto da chi cerca un approccio innovativo e consapevole alla gestione del risparmio. I nostri clienti sono finanziariamente evoluti e, in netta controtendenza rispetto all’industria del risparmio tradizionale, hanno continuato a darci importanti segnali di fiducia.

E ha aggiunto: “Il recente completamento dell’acquisizione di Profile Pensions rafforza considerevolmente la leadership di Moneyfarm in Europa e sono certo porterà notevoli vantaggi ai nostri clienti, poiché potranno contare su una consulenza previdenziale ulteriormente rafforzata, in termini di professionisti e competenze. Continuare a soddisfare le aspettative dei clienti, prestando fede alla nostra missione di semplicità e accessibilità, è sicuramente una sfida dal punto di vista sia tecnologico che commerciale, ma siamo orgogliosi di come il mercato stia premiando il modello ibrido di consulenza finanziaria di cui siamo i pionieri in Italia”.

Hai trovato questo contenuto interessante?

Hai già votato, grazie!

*Gli investimenti in strumenti finanziari sono soggetti alla variabilità del mercato e possono determinare la perdita, in tutto o in parte, del capitale inizialmente investito.