Pubblicato in:

Trading sportivo: cos’è, come si fa e quali sono le strategie

trading sportivo

Il sogno di ogni amante dello sport è guadagnare denaro grazie alla propria passione, in modo da soddisfare allo stesso tempo due diverse esigenze e unire l’utile al dilettevole. Il trading sportivo è un modo per conciliare due mondi apparentemente distanti, come lo sport e gli investimenti.

Sebbene il trading sportivo sia ben diverso dal trading online, è differente anche dalle classiche scommesse sportive. Scopriamo quindi come funziona, quali sono le strategie più utilizzate e come si diventa sport trader.

INIZIA ORA A INVESTIRE CON MONEYFARM

Cos’è il trading sportivo?

Il trading sportivo è un’attività d’investimento che consiste nella negoziazione di quote sportive. Queste quotazioni subiscono delle oscillazioni nel tempo e si fanno più marcate durante il match. Il trader sportivo si avvantaggia della variazione delle quote per ottenere un profitto, a discapito di un altro trader che ha eseguito un’operazione diametralmente opposta.

Infatti, chi investe per guadagnare con il trader sportivo, non si interfaccia con un bookmaker, ma con altri utenti che sono impegnati nella compravendita di quote. Infatti in questo settore non è esatto parlare di bookmaker, perché la figura dell’intermediario non esiste. Tuttavia, è possibile fare trading sportivo solo su apposite piattaforme che si chiamano betting exchange.

Anche se la parola trading può trarre in inganno, il trading sportivo è un’attività molto diversa nel trading online. Chi fa trading online si impegna nella negoziazione di asset finanziari e contratti, mentre nel caso del trading sportivo l’oggetto di scambio sono le quote delle competizioni sportive.

Ci sono differenze importanti anche in merito alla regolamentazione legislativa, perché il trading sportivo è regolamentato da ADM (Agenzia Dogane e Monopoli, che ha inglobato AAMS) ed è considerato come attività di scommessa a distanza tra giocatori.

Invece, il trading online è regolamentato dalla CONSOB in Italia e dall’ESMA a livello europeo. In questo caso la legislazione applicabile è quella sulla negoziazione a distanza di titoli finanziari e contratti.

Come funziona?

Come si fa trading sportivo? Esistono due tipi di operazione che si possono eseguire:

  • Punta. Consiste nell’apertura di una posizione d’acquisto (long) di una quota;
  • Banca. Rappresenta invece l’apertura di una posizione di vendita (short) di una quota.

L’operazione di puntare è piuttosto semplice da capire, perché è simile a quella di piazzare una scommessa. Quando invece si banca la quota, il trader si comporta come se fosse un bookmaker, assumendo un rischio più elevato, che può anche superare lo stake inserito.

In genere dopo che si punta o si banca, quando comincia il match si esce dalla posizione con l’obiettivo di trarre un profitto. L’andamento della partita può essere ovviamente anche sfavorevole all’operazione del trader, che in questo caso andrà incontro ad una perdita.

Scambiare le operazioni durante la partita è possibile solo se in piattaforma c’è un altro trader disposto a farsene carico. Trattandosi di piattaforme popolate da molti trader, non è difficile trovare qualcuno disposto ad acquistare la quota.

Strategie di trading sportivo

Chi fa trading sportivo segue delle strategie ben precise, che richiedono la necessità di studiare bene le squadre contrapposte e le notizie che ruotano attorno la partita. Una delle tecniche più usate nel trading sportivo è lo scalping, che consiste nel puntare e bancare più volte nel corso della partita, per trarre profitto dai cambiamenti delle quote.

Rincorrere le variazioni delle quote è un’attività che richiede rapidità e precisione. La difficoltà è legata anche al fatto che le piattaforme non aggiornano le quote in modo immediato e servono vari click del mouse per gestire l’operatività.

Per ovviare a questi problemi, i trader sportivi utilizzano dei software che semplificano le operazioni di trading. In questo caso occorrono meno passaggi e si riesce a puntare e bancare più rapidamente e senza contrattempi.

Scopri la proposta d'investimento costruita per te

1. Crea il tuo profilo
2. Scopri il tuo portafoglio
3. Comincia a investire
Simula un portafoglio

Esiste anche il trading sportivo tramite i bot automatici, che inseriscono le varie posizioni in base a dei parametri preimpostati. I bot eseguono i calcoli molto più velocemente del cervello umano e possono offrire al trader un vantaggio competitivo rispetto agli altri utenti.

Differenza tra trading e scommesse

Come abbiamo visto, l’attività di trading sportivo è piuttosto tecnica ed è differente dalle semplici scommesse. Mentre lo scommettitore si affida alla propria passione sportiva e non fa nessuna analisi per decidere su quali quote puntare, il trader si affida più alla matematica che alla passione sportiva.

Nelle scommesse l’utente si limita a piazzare la quota ed attendere l’esito della partita per scoprire se ha ottenuto un profitto o una perdita. Nel trading sportivo, le operazioni inserite si possono invece scambiare anche durante il match ed è proprio in queste fasi che gli scambi possono diventare convenienti.

Per la legislazione italiana si tratta però di attività che rientrano pur sempre nel grande calderone del gioco d’azzardo, infatti l’ente che disciplina queste attività è l’Agenzia Dogane e Monopoli (ADM).

Piattaforme online

Per guadagnare con il trader sportivo, bisogna iscriversi a delle apposite piattaforme, autorizzate da ADM. Si tratta degli exchange betting, dei luoghi virtuali dove è possibile negoziare le quote attraverso le operazioni di puntare e bancare.

La normativa italiana sul trading sportivo è molto rigida, infatti solo poche piattaforme esistenti in Europa sono autorizzate ad operare in Italia. Tra l’altro gli unici sport dove è ammesso il trading sportivo sono il calcio e il tennis, mentre nel resto del mondo si può operare anche con l’ippica o il basket.

I residenti sul territorio italiano hanno quindi poca scelta, ma possono contare pur sempre su piattaforme che sono ben popolate da altri trader. Per effettuare l’iscrizione, il trader deve fornire una prova della propria residenza in Italia, inviando ad esempio la copia di un estratto conto bancario oppure l’ultima fattura delle utenze domestiche.

Lo sport trader

La figura del trader sportivo è diversa da quella dello scommettitore. Sebbene si tratti pur sempre di un appassionato di sport, non svolge questa attività per puro divertimento, ma per trarre un profitto dalla sua operatività.

Spesso chi è impegnato in questa attività, ha studiato un corso di trading sportivo e si avvale di appositi software o bot per semplificare la sua operatività. Trasformare questa attività in un valido investimento è però molto difficile.

Il trader sportivo si affida alle odds, ossia al calcolo delle probabilità, mentre l’investitore si affida a degli asset finanziari al fine di far crescere il suo patrimonio e generare delle rendite nel tempo. Sebbene l’attività di trading sportivo possa generare dei profitti, andrebbe considerata al pari di un passatempo.

Conclusioni

Adesso che hai scoperto come si fa trading sportivo, le strategie più comuni e la figura del trader sportivo, dovresti avere le idee più chiare su questa attività. Nonostante il termine trading possa generare qualche equivoco, ora sai bene che non si tratta di un’attività di investimento vera e propria.

I risparmiatori che hanno a cuore la propria gestione patrimoniale, possono affidarsi a Moneyfarm per la composizione di un portafoglio d’investimento diversificato e cucito su misura sulle loro necessità. Grazie alla diversificazione i rischi si riducono e le performance del portafoglio sono monitorate costantemente.

Nel tempo libero l’investitore potrà pur sempre dedicarsi al trading sportivo per concedersi qualche ora di svago, mentre il suo portafoglio di investimento con Moneyfarm continua a lavorare per lui.

 

Prova Moneyfarm

Moneyfarm è il Consulente Finanziario Indipendente che ti guida e gestisce il tuo capitale con un investimento su misura e un consulente dedicato sempre al tuo fianco.

Simula un portafoglio personalizzato

- Premiati per il 7° anno consecutivo “Miglior Consulente Finanziario Indipendente in Italia”
- Superati i 2 miliardi di euro di risparmi in gestione
- Scelti da più di 80.000 investitori attivi in tutta Europa
- Consigliati da più del 90% dei nostri clienti