Pubblicato in:

Perché il 2019 potrebbe tutto sommato essere un anno positivo per gli investitori?

Quando si pensa ai mercati finanziari, assumere posizioni conservative, è sempre saggio e spesso anche facile. Sicuramente è più probabile che una previsione non proprio accurata passi inosservata quando i fatti stupiscono in positivo e non in negativo.

Il 2019 si presenta sicuramente come un anno complesso, dopo dieci anni in cui i mercati finanziari e l’economia nella maggior parte nella geografie si sono espanse in modo quasi continuativo. Negli scorsi mesi abbiamo cercato di sottolineare e spiegare i vari fattori di rischio che sono per noi motivo di grande preoccupazione: il contesto economico in rallentamento, le tensioni commerciali, l’incertezza politica. Tuttavia esistono anche molti spunti positivi.

Le valutazioni azionarie sono buone:

Il 2018 è stato un anno complesso sui mercati finanziari. Ma la volatilità a cui abbiamo assistito, soprattutto nella parte finale dell’anno, ha abbassato le valutazioni nei mercati sviluppati di circa il 25%. Le valutazioni riflettono la relazione tra i risultati economici delle aziende e il prezzo delle azioni, fornendo un’indicazione sul valore relativo dei titoli. Ovviamente quando si comprano azioni più a buon mercato si ottengono statisticamente rendimenti più alti nel lungo termine. Questo non vuol dire che agli investitori è garantito un rendimento sicuro, ma vuol dire che le valutazioni azionarie tendono a conformarsi alla loro media di lungo periodo: si tratta di una previsione che tende a diventare sempre più precisa man mano si allunga il periodo dell’investimento. Questa è senza dubbio una notizia positiva per chi avesse disponibilità per entrare sul mercato con un’ottica di lungo termine.

Scopri la proposta d'investimento costruita per te

1. Crea il tuo profilo
2. Scopri il tuo portafoglio
3. Comincia a investire
Simula un portafoglio

La politica monetaria sembra più accomodante:

Il linguaggio dei banchieri centrali può essere a volte sibillino per i non addetti ai lavori, ma le parole, quando sono pensate e rimuginate così a lungo, parlano chiaro. Cosa aveva detto la Fed a dicembre? “Un ulteriore aumento del tasso sarebbe in linea con la crescita dell’economia, l’inflazione e il mercato del lavoro forte considerato l’obiettivo di crescita del 2%”. I mercati avevano risposto con grande scetticismo e con decise vendite  nel timore che la Fed non tenesse in giusta considerazione la decelerazione dell’economia. A gennaio abbiamo assistito a una parziale marcia indietro: Powell ha chiarito che la banca centrale terrà in considerazione gli sviluppi dell’economia e dei mercati finanziari. Nell’immediato i mercati hanno reagito festeggiando, ma ciò che conta di più è la consapevolezza che la politica monetaria terrà in considerazione gli eventi agendo con flessibilità. Questa consapevolezza è più forte negli Usa rispetto all’Europa.

Sui mercati non esistono garanzie e i mesi che abbiamo di fronte restano caratterizzati da un equilibrio che resta delicato: controllare la volatilità nel breve, anche eventualmente riconsiderando le esposizioni nei portafogli, è più importante che mai. Ma il 2019 si presenta, tutto sommato, come un anno interessante: sia perché prevediamo che diversi fattori di incertezza troveranno una soluzione, sia perché il ciclo finanziario comincerà ad avviarsi verso una direzione nuova.

In generale questa transizione potrebbe portare incertezza, in un contesto dove l’equilibrio di mercato resta delicato. Esiste tuttavia la possibilità che il 2019 sia un buon anno per investire, nelle modalità corrette e con un obiettivo di medio-lungo termine. L’11 febbraio abbiamo presentato i nostri portafogli strategici a Milano (clicca qui per vedere il video dell’evento) e puoi scaricare gratuitamente il nostro documento strategico qui.

Prova Moneyfarm

Moneyfarm è il Consulente Finanziario Indipendente che ti guida e gestisce il tuo capitale con un investimento su misura e un consulente dedicato sempre al tuo fianco.

Simula un portafoglio personalizzato

- Votati migliore servizio di consulenza finanziaria in Italia per il quarto anno consecutivo
- Scelti da più di 160.000 investitori in tutta Europa
- Consigliati da più del 90% dei nostri clienti