Pubblicato in:

Alla ricerca di investimenti sicuri nel 2022? Ecco come e dove investire soldi


Dopo molti mesi in cui i mercati hanno avuto performance positive, il 2022 è stato caratterizzato dal ritorno della volatilità: con l’emergenza Covid ormai alle spalle, l’attenzione dei mercati si è focalizzata sull’azione delle banche centrali e sul conflitto in Ucraina, che ha creato ulteriore incertezza. Nel frattempo, in molte economie la crescita dell’inflazione pone nuove sfide per gli investitori, che devono trovare delle strategie per non vedere il proprio capitale svalutarsi eccessivamente.
Negli ultimi anni l’investimento sui mercati finanziari ha permesso agli investitori di accumulare rendimenti molto importanti. Nonostante ciò, in Italia c’è ancora la tendenza a puntare troppo su strumenti a rischio minimo come titoli di stato, conti deposito e polizze. Se questi strumenti in passato potevano essere soluzioni accettabili dove investire, nel contesto attuale (seconda metà del 2022), con i tassi di interessi e i prezzi che continuano a salire, l’esposizione ai mercati finanziari e in particolar modo a quelli azionari resta, a nostro avviso, la strada maestra per generare rendimenti nel lungo termine. Se vuoi capire come investire in modo sicuro i tuoi soldi ti consigliamo di ragionare su alcuni concetti importanti.

  • Il rischio di mercato fa parte del gioco ed è ciò che giustifica il rendimento. Nonostante negli ultimi anni le performance di lungo termine dei mercati azionari siano state molto positive , non si possono escludere momenti negativi, in grado di portare temporaneamente gli investimenti in negativo.  La recente crisi in Ucraina di inizio 2022 è un chiaro esempio di come un evento inatteso può portare turbolenza sui mercati. Molti investitori, potrebbero quindi essere tentati dall’agire di impulso e rimandare la scelta di investire, oppure deviare dal proprio piano di investimento di lungo termine. Si tratta di un errore cruciale, perché quando si investe, il tempo è il miglior alleato dell’investitore. Storicamente i mercati hanno dimostrato di essere in una traiettoria di crescita: in questa fase ci sono poche alternative ai mercati azionari per l’investitore medio. In questo senso gli investimenti sicuri, intesi come investimenti in grado di generare rendimenti positivi, consistono a nostro avviso in soluzioni di lungo termine all’interno di un portafoglio ben diversificato, con una grande attenzione alla gestione del rischio.
  • I tassi di interesse sono in crescita e per molto tempo faranno fatica a garantire all’investitore un elevato livello di protezione dall’inflazione. A pagare sono gli investimenti cosiddetti “sicuri” o garantiti che in uno scenario di inflazione in crescita faticheranno a garantire un rendimento positivo reale.
  • Il mercato di questi tempi si muove molto velocemente, prevederne l’andamento nel breve è una strada difficilmente percorribile per l’investitore non professionale: meglio strutturare un piano di lungo termine che gestisca il rischio e sfrutti la forza dei mercati azionari.

In questo articolo proveremo a spiegare cosa realmente vuol dire fare un investimento sicuro, dando dei consigli pratici per la costruzione di un piano d’investimento su misura. Non entreremo nel dettaglio di dove convenga investire oggi su quali siano i migliori investimenti sicuri oggi, ma cercheremo di presentare le varie soluzioni a disposizione dell’investitore alla ricerca della miglior soluzione dove investire. La nostra opinione è che il miglior modo per investire in modo sicuro è saper individuare la strategia che massimizzi i rendimenti garantendo il livello di protezione del capitale più adeguato: a Moneyfarm utilizziamo la tecnologia e l’esperienza del nostro team per offrire la strategia di investimento sicuro più consona per le esigenze e l’appetito per il rischio di ogni investitore.

Investimenti sicuri: tabella iniziale

🔒 Cosa vuol dire fare i migliori investimenti sicuri?Fare investimenti diversificati e consigliati da esperti del settore
🏦 Il Conto deposito è un investimento sicuro?Non sempre, dipende dallo stato di salute della banca
I buoni postali sono sicuri?Sì, ma hanno rendimenti bassi
Esistono investimenti sicuri e redditizi al 100%?No, ogni investimento presenta una percentuale di rischio
❤️ E le criptovalute?Assolutamente no, essendo molto volatili

Tutti vogliono investimenti sicuri e redditizi. Ma cosa significa veramente?

Quando si parla di investire i soldi in modo sicuro è spesso facile cadere in confusione. Ovviamente tutti vorrebbero puntare su investimenti senza rischi: ma cosa si intende esattamente per investimento sicuro? Per alcuni è un investimento in grado di offrire una garanzia di rendita, senza rischi apparenti di generare una perdita: purtroppo la realtà dei mercati è più complessa.

Se si vogliono raggiungere dei risultati, anche partendo con piccoli investimenti sicuri, bisogna esporsi al rischio di mercato, ovvero alla possibilità che il proprio investimento vada anche in negativo. La prospettiva di affrontare una perdita è ciò che spinge moltissimi investitori a ricercare investimenti eccessivamente prudenti (dedicheremo una sessione dell’articolo a questo tipo di soluzioni). Si tratta di un errore: nel lungo periodo adottare un approccio troppo conservativo può causare la perdita di opportunità di rendimento che rischiano di compromettere l’obiettivo di crescita del capitale e di protezione dall’inflazione. Questo è particolarmente vero nel 2022, dove i tassi bassi e le prospettive di inflazione in crescita hanno praticamente azzerato le prospettive di rendimento degli strumenti a capitale garantito o che riducono il rischio (di cui offriamo una panoramica nel prossimo paragrafo).

Un investimento sicuro, ma in grado di generare rendimenti, dovrebbe dunque essere considerato:

  • Un investimento consigliato da un intermediario serio e affidabile, che sappia individuare il livello di rischio adeguato per l’investitore.
  • Un investimento ben diversificato, con un orizzonte temporale sufficientemente lungo.

Nell’articolo che segue troverai una lista di alcune delle principali accortezze da seguire per avere un’idea più precisa su come realizzare investimenti più sicuri. Tuttavia, come non esistono investimenti garantiti, non esistono nemmeno soluzioni adatte a tutte le tasche: ogni persona ha una propensione al rischio e necessità diverse. 

Se non vuoi rischiare di commettere importanti errori che compromettano il tuo piano finanziario e scoprire come investire sicuro, il consiglio è sempre quello di rivolgerti a un consulente indipendente che sappia guidarti nelle scelte per realizzare investimento: oggi questa opzione è disponibile per tutti i risparmiatori.

Prova Moneyfarm

Il Consulente Finanziario Indipendente sempre dalla tua parte, che ti guida e gestisce il tuo capitale con un investimento adatto a te.

Scopri il tuo portafoglio

Covid e crisi Ucraina 2022: investimenti sicuri in un momento di incertezza dei mercati

Investire soldi sicuri è ancora possibile nonostante la crisi internazionale in Ucraina? La risposta è sì.

Gli eventi geopolitici storicamente non hanno un effetto significativo sulla performance dei mercati nel medio termine. Anche se le crisi possono portare dei crolli azionari nel breve, esse sono solitamente seguite da riprese che possono anche essere molto rapide.

Ukrainian crisis and financial markets

Ma soprattutto se stai valutando un modo per fare un investimento sicuro in questo momento, guarda anche agli investimenti online sicuri e alternativi rispetto alle forme più tradizionali. L’inflazione continuerà a essere sostenuta, condannando la tua liquidità alla svalutazione. Le valutazioni dei listini azionari sono invece competitive e le prospettive di rendimento delle principali asset class rimangono positive. Insomma, impostare un investimento di lungo termine potrebbe essere la strada più sicura per proteggere il tuo capitale.

Come investire soldi sicuri nel 2022?

Moltissimi strumenti finanziari sono generalmente percepiti o venduti come i migliori investimenti sicuri. In realtà non sempre questi strumenti sono la scelta giusta per l’investitore o sono privi di rischi. Qui di seguito troverai una piccola guida, nella quale proveremo a definire meglio le caratteristiche e a chiarificarne vantaggi e rischi di queste strategie per investire sicuro o che, almeno, sono conosciute come tali.

  • Conti deposito

I conti deposito, specialmente in questo periodo caratterizzato da bassi tassi di interesse, sono utilizzati come strumenti di parcheggio della liquidità che offrono una remunerazione garantita: in cambio, tuttavia, l’investitore deve rinunciare alla possibilità di prelevare il proprio capitale (questo, almeno, nella maggior parte dei casi). In generale i conti deposito offrono rendimenti crescenti all’aumentare della durata del vincolo temporale.

Elementi sui quali fare attenzione:

Con l’espressione “rischio di credito” si indica il caso in cui la banca non è in grado di garantire gli interessi. Per depositi fino ai 100.000€ interviene il fondo interbancario, che tutela i depositi, ma per somme maggiori il rischio permane. 

Inoltre è sempre bene ricordare che il rendimento è il premio per il rischio che l’investitore si assume acquistando un determinato prodotto. Pertanto un tasso di mercato molto superiore alla media di mercato, dovrebbe fare accendere un campanello di allarme sullo stato di salute dell’emittente. Normalmente questi strumenti offrono tassi di rendimento in linea o inferiori allo stato generale dei tassi di interesse di mercato. Il tasso di rendimento inizialmente concordato può, inoltre, essere oggetto di modifiche unilaterali da parte della banca soprattutto in caso di ribassi nei tassi di interesse di mercato.

Qui sotto abbiamo simulato la performance annua di un investimento in un conto deposito con quella di un investimento bilanciato. Come si può notare, pur ricordando che le performance passate non sono garanzia delle performance future, nel lungo periodo esiste una chiara tendenza storica dell’investimento finanziario a sovraperformare il conto deposito.

  • Fondi Monetari

Sono fondi comuni  di investimento definiti “monetari” perché composti da prodotti obbligazionari con durata molto breve, liquidità o altri strumenti prontamente esigibili. Questa loro caratteristica li rende degli strumenti decisamente stabili anche in periodi in cui si osserva una spiccata volatilità nei mercati, ma possono per questo essere definiti come “investimenti sicuri e redditizi”?

I fondi monetari possono certamente essere considerati come una valida alternativa ai parcheggi di liquidità al fine di allontanare i timori di possibili rischi in caso l’istituto che li emette intercorra dei problemi finanziari. In questo caso infatti si è coperti solo per investimenti inferiori ai 100.000€.

Non bisogna tuttavia dimenticare che si tratta sempre di investimenti a mercato e per questo mai del tutto privi di rischi o a capitale protetto, soprattutto in contesti di mercati con tassi molto bassi o negativi come quello attuale (si tratta tuttavia di investimenti a bassa volatilità). 

La scelta di investire su strumenti monetari può rivelarsi poco conveniente in quanto le performance nella maggior parte dei casi sono negative, soprattutto una volta applicate le commissioni e le imposte. I fondi monetari sono un metodo di investimento da utilizzare in ottica di gestione di portafoglio per limitare la volatilità generale compensando strumenti a maggior rischio, piuttosto che per finalità speculative in sé.

Pronti contro termine

Si tratta di un contratto di cessione temporanea di titoli. Le 2 parti si scambiano oggi dei titoli al prezzo corrente di mercato e si impegnano ad eseguire la transazione opposta in una data futura ad un prezzo stabilito. Esiste il rischio di insolvenza, ovvero la rischio che l’emittente del titolo sottostante fallisca, e in questo caso, la parte che ha ceduto i titoli potrebbe rifiutarsi di riacquistarli; esiste tuttavia anche il rischio di controparte, ossia di fallimento della propria controparte contrattuale (generalmente un istituto di credito).

  • Obbligazioni e titoli di stato

Strumenti di investimento con il quale si acquistano titoli di debito dell’azienda emittente, diventando di fatto creditori della stessa. Questi prodotti possono essere zero coupon bond, quindi senza nessuna cedola, oppure possono staccare cedole a tasso fisso o variabile.

Tra le cedole percepite come gli investimenti più sicuri ci sono senza dubbio le obbligazioni governative quindi emesse dagli Stati, soprattutto se sono delle aree sviluppate, e le cedole societarie bancarie. Ma questi strumenti permettono davvero di investire i propri risparmi in modo sicuro? Vediamo quali sono tutti i rischi da considerare quando si acquistano obbligazioni:

  • Rischio di credito: è il rischio di fallimento dell’emittente. Per i bond governativi è il rischio di default del paese che emette l’obbligazione.
  • Per le obbligazioni a tasso fisso, bisogna considerare il rischio tasso, ossia il rischio che il tasso di interesse cresca svalutando il valore dell’obbligazione. La “Duration”, ossia la durata finanziaria dell’investimento, è un indicatore utilizzato per misurare la sensibilità dell’obbligazione a variazioni di tasso di interesse. All’aumentare del tasso di interesse il valore dell’obbligazione si riduce e viceversa.

Tra le obbligazioni governative rivolgiamo un’attenzione particolare a quelle sovranazionali e indicizzate all’inflazione.

    • Sovranazionali -> in questo caso il rischio di credito è praticamente nullo, ma il rischio tasso di interesse ed il rischio di reinvestimento delle cedole ad un tasso inferiore a quello iniziale è sempre presente. Oltre a questi dobbiamo soffermarci sulla valuta di emissione. Spesso questi strumenti offrono rendimenti particolarmente interessanti perché sono emessi in valute emergenti. In questi casi ovviamente il rischio cambio, ossia del deprezzamento della valuta, può erodere anche significativamente il ritorno dell’investimento.
    • Indicizzate all’inflazione -> Si tratta di prodotti le cui cedole e valore nominale a scadenza sono calcolati tenendo in considerazione il livello di inflazione dell’area valutaria di riferimento, pertanto in aggiunta ai rischi specifici degli strumenti obbligazionari, sono da considerare anche il rischio del tasso di inflazione, quindi il rischio di una riduzione di una riduzione dell’inflazione che comporterebbe quindi un minor rendimento dell’obbligazione.
    • Bancarie-> è un prodotto corporate che consente al detentore di accedere allo status di creditore dell’istituto di credito. Possono essere senior o subordinate: sicuramente gli strumenti senior sono più sicuri, in quanto il detentore partecipa alle perdite soltanto dopo gli azionisti e gli obbligazionisti subordinati. Talvolta le obbligazioni bancarie non sono particolarmente liquide e questo può generare difficoltà all’investitore che vuole liquidare l’asset per problemi legati alla scarsa trasparenza, quindi impossibilità di individuare il prezzo di scambio nel mercato secondario, soprattutto in caso di eventi negativi per la banca.
  • Investire in poste: i buoni fruttiferi postali

buoni fruttiferi postali sono prodotti di investimento emessi esclusivamente da Poste Italiane e Cassa Depositi e Prestiti. Essendo strumenti garantiti dal governo essi sono storicamente considerati prodotti sicuri per eccellenza. Inoltre si parla di strumenti a rendimento fisso, una caratteristica che li rende appetibili per i risparmiatori che desiderano investire soldi sicuri e non vogliono esporsi al rischio di mercati. In passato questi strumenti garantivano dei rendimenti piuttosto importanti. Oggi esistono numerose tipologie di prodotto che provano a venire incontro alle esigenze di varie tipologie di risparmiatori, offrendo per esempio un extra rendimento a chi scegliesse di investire per il medio-lungo termine.

In definitiva, i buoni fruttiferi postali sono un prodotto adatto agli investitori estremamente avversi al rischio, ma potrebbero avere profili di rendimento inferiori ad altre soluzioni presenti sul mercato.

  • Investimenti immobiliari: è sicuro investire nel mattone?

Molti credono che gli investimenti immobiliari siano investimenti sicuri e a basso rischio. D’altronde l’idea del “mattone” è per molti un sinonimo di solidità e sicurezza. Non c’è nulla di più sbagliato: gli investimenti immobiliari sono tipologie di investimento molto specializzate e ottenere rendimenti superiori a quelli che si possono ottenere con un semplice investimento azionario non è affatto semplice.  

Scopri la proposta d'investimento costruita per te

1. Crea il tuo profilo
2. Scopri il tuo portafoglio
3. Comincia a investire
Simula un portafoglio

Scopri come costruiamo il tuo percorso d'investimento

Prova Moneyfarm

  1. Crea il tuo profilo
  2. Scopri il tuo portafoglio
  3. Scegli quando investire
Prova Moneyfarm

Gli investimenti immobiliari sono caratterizzati da un’operatività piuttosto complicata, le operazioni di compravendita sono costose e richiedono il coinvolgimento di notai e terze parti e qualora si volesse liquidare il proprio investimento non è sempre semplice trovare un compratore. Inoltre per mettere il proprio investimento a profitto, bisogna trovare degli affittuari, e ciò comporta ulteriori rischi e problematiche.

Il valore degli investimenti immobiliari è correlato alle dinamiche della domanda e dell’offerta, esse sono a loro volta collegate al contesto economico e l’appetibilità della zona in cui viene comprato o venduto l’immobile. Non è affatto scontato individuare l’affare giusto e qualora si sbagliasse non è affatto semplice uscire dall’investimento limitando i danni. Proprio per questo l’idea del mattone come investimento sicuro resta poco più che un luogo comune.

  • Beni rifugio

Un altro luogo comune è quello legato all’investire sicuro grazie ai beni rifugio. Questi beni (come per esempio l’oro e i titoli di stato americani) sono acquistati dagli investitori nelle fasi turbolente di mercato per proteggere il proprio investimento. Il valore di queste asset class tende infatti a crescere nelle fasi difficili di mercato: questo non vuol dire che si tratti di investimenti sicuri. Se il valore di essi aumenta nelle fasi turbolente (che sono solitamente meno delle fasi positive) non si può avere la garanzia che essi si comportino allo stesso modo nelle fasi di rincorsa dei mercati azionari.

I beni rifugio dovrebbero essere inseriti in una strategia ben diversificata per tutelare il portafoglio nelle fasi di volatilità, ma non sono affatto i migliori investimenti sicuri e non dovrebbero essere acquistati seguendo questa idea.

  • Bitcoin e le criptovalute

Molte persone, attratte dai rendimenti a volte strabilianti si domandano se bitcoin e criptovalute siano investimenti online sicuri. Non c’è nulla di più sbagliato. I bitcoin e le criptovalute sono investimenti estremamente volatili ed è molto facile accumulare grandi perdite, soprattutto se si entra sul mercato con l’ottica di speculare nel lungo termine.

Quindi non esistono investimenti sicuri?

Investire dei soldi comporta sempre dei rischi, ma una soluzione per un rendimento alto e un rischio contenuto esiste e si esplica nell’investimento in un portafoglio diversificato, composto da prodotti e Asset Class differenti.

Le Asset Class rappresentano sostanzialmente l’insieme di titoli sul quale si decide di “puntare”, la classe d’investimento sulla quale si decide d’investire. Tra quelle nelle quali confluisce la maggior parte degli investimenti figurano:

Come investire sicuro i propri soldi dunque? I rendimenti legati a ciascuna di queste Asset Class differiscono e in generale si hanno performance basse o nulle se si richiede un facile accesso ai soldi investiti e la garanzia di avere intatto il capitale investito. Ma un portafoglio d’investimenti ben bilanciato consente di ottenere buoni o alti rendimenti, pur contenendo i rischi correlati.

  • Investire in ETF

Questo genere di investimenti ben si coniuga con le esigenze di differenti profili d’investitore. Si tratta infatti di particolari fondi di investimento a gestione passiva e, come accade per ogni tipologia di fondo, quando si acquista un ETF è come se si acquistasse un paniere di titoli. In questo modo si avrà l’opportunità di:

  • diversificare l’investimento (investire in asset differenti permette di bilanciare le eventuali perdite di un titolo con i guadagni provenienti da un altro);
  • contenere i costi rispetto ad altre forme d’investimento (la gestione passiva consente di ridurre i costi rispetto alla gestione attiva);
  • contenere i rischi (la gestione passiva prevede un approccio al mercato più prudente, stante nella replica di un indice, ad esempio lo Standard & Poor’s, e non nel suo superamento).

Se sei interessato a saperne di più, ti invitiamo a dare un’occhiata al nostro video dedicato sul canale Youtube e ad approfondire le varie tipologie di ETF con le nostre guide, aggiornate al 2022:

Le regole degli investimenti sicuri

Insomma, abbiamo capito che il concetto di investimento sicuro non è affatto semplice da interpretare. Ma, se dovessimo individuare le regole dell’investimento sicuro, quali sarebbero?

  • Trova la strategia adatta alla tua situazione personale: non ci sono investimenti giusti o sbagliati, ci sono solo investimenti adatti o meno adatti al profilo dell’investitore. Investimenti troppo conservativi e prudenti fanno perdere importanti opportunità di rendimento, esponendo il capitale al rischio speculazione. Al contrario, lanciarsi in investimenti troppo rischiosi potrebbe portare a perdite superiori a quelle che l’investitore potrebbe sopportare.
  • Gestisci il rischio: la gestione dinamica del rischio è fondamentale. Le situazioni di mercato cambiano e ciò che potrebbe essere considerato un investimento sicuro oggi potrebbe non esserlo domani.

Se non pensi di avere l’esperienza o le competenze adatte per seguire queste due regole base per i tuoi investimenti, il consiglio è quello di rivolgerti a un consulente professionista per la gestione dei tuoi risparmi.

Affidarsi ad esperti: come investire soldi fissando obiettivi ragionevoli

Rivolgersi a un consulente finanziario indipendente consente al risparmiatore di trovare le informazioni necessarie per capire come investire i risparmi e affrontare il mercato in maniera meno rischiosa. La finanza necessita di una costante operazione di monitoraggio, che i meno esperti, difficilmente, possono realizzare efficacemente in maniera autonoma. Si tratta di una materia delicata che implica conoscenza degli strumenti, continuo aggiornamento sullo stato dei mercati e, per chi decide di operare unicamente con le proprie risorse, richiede un’ottima capacità di trading. Per questo motivo, essere supportati nell’attività d’investimento risulta ormai sempre più utile e conveniente.

Se si esclude la possibilità di investire il proprio denaro autonomamente, si prospettano due possibili alternative: quella del consulente finanziario o quella dello sportellista bancario.

Sebbene al riguardo non esista una soluzione ideale, ci sentiamo di consigliarvi di evitare situazioni in cui il conflitto d’interessi, per quanto “mascherato” è presente. Vendere un prodotto e guadagnare anche indirettamente dalla sua riuscita, modalità operativa tipica delle banche, può incidere sulla qualità del prodotto stesso.

Per contro, il consulente che opera in modo completamente autonomo ed è slegato da istituti di vario genere assicura grande trasparenza che, sommata alla competenza professionale, aiuta a scegliere l’investimento più adatto e conforme alle proprie esigenze, proprio perché non viziato da interessi di sorta.

Dove investire soldi nel lungo termine?

Il risparmio rimane ancora uno fra gli obiettivi più diffusi e capire come preservarne il valore e farlo crescere nel tempo resta una delle principali sfide.

Soprattutto in questo momento di incertezza e instabilità, sul piano finanziario, emerge infatti la tendenza da un lato a contenere i costi sui conti correnti e dall’altro a ricercare soluzioni d’investimento per piccole somme che possano garantire un modesto guadagno negli anni futuri. Ad esempio, un giovane che vuole realizzare piccoli investimenti sicuri e impegnare 10.000 euro, (o magari anche 20 mila), sa di poter contare su un orizzonte temporale di lungo termine. Per questo motivo è consigliabile investire in ETF, ossia in strumenti che a lungo termine danno reale opportunità di crescita del capitale investito, grazie anche all’interesse composto, pur contenendo costi e rischi correlati all’operazione e strategia di investimento.

Vale la solita regola per cui più l’orizzonte temporale dell’investimento è vicino, più il rendimento sarà contenuto. Al contrario, con un obiettivo di risparmio a orizzonte temporale superiore ai 5 anni si potrebbe guadagnare una cifra cospicua, tenere il passo con l’aumento dei prezzi e investire i propri soldi in modo sicuro senza incorrere in livelli di rischiosità insostenibili.

A proposito, dai un’occhiata alle nostre guide, aggiornate al 2022, su come investire i soldi:

Perché gli ETF possono essere una soluzione giusta?

Gli ETF possono essere considerati una soluzione efficace ed efficiente per investire con sicurezza sui mercati azionari. Essi permettono di ottenere un’ampia diversificazione, senza sottoporre gli investimenti a costi eccessivi. Gli Etf sono inoltre quotati in borsa e questo fatto garantisce ampia liquidità quando si tratta di vendere e acquistare le quote.

Taglia i costi di gestione

Il risparmio sui costi dell’investimento ha un impatto diretto ed enorme sui rendimenti. Ogni euro annualmente risparmiato (e non speso in commissioni) è mantenuto come capitale di investimento e reinvestito (e quindi capace di generare ulteriori rendimenti). E chiaramente più cresce l’orizzonte temporale d’investimento maggiore è il beneficio del risparmio dei costi sul rendimento finale.

Nell’universo dei prodotti d’investimento gli strumenti più efficienti per la costruzione di un portafoglio d’investimento sono ad esempio gli ETF, che grazie alle limitate commissioni di gestione dell’investimento riducono fino a un decimo i costi di gestione di un portafoglio di investimento, rispetto a strumenti più costosi (si consideri ad esempio la nostra approfondita analisi sui Piani Individuali di Risparmio).

Pertanto, se possiamo allocare per qualche tempo, anche una piccola somma di denaro (o anche una più grande, o una ancora più consistente), l’ideale è investire in prodotti flessibili, che possano bilanciare l’erosione data dai costi di gestione con un rendimento modesto, giusto e realmente utile.

Scopri come Moneyfarm ti aiuta a ridurre i costi

Non sai come investire? Scegli la consulenza

Siamo certi che vista la crescente complessità degli scenari economici, politici, quindi finanziari, nei prossimi anni, la consulenza in materia di gestione del risparmio sarà sempre più rilevante e necessaria. Le tensioni geo-politiche mandano in frantumi apparenti sicurezze rendendo sempre più difficile per un normale risparmiatore comprendere dove investire oggi.

Ma se da un lato è vero che non esistono investimenti sicuri poiché c’è sempre un margine di rischio e il panorama è complesso, dall’altro è vero che seguendo una serie di regole semplici ma fondamentali, si trovano i modi per investire sicuro, in maniera responsabile ed efficiente.

Per questo, farsi aiutare e tenere a mente i nostri consigli per investire  fin dal principio può essere già un buon punto di partenza, una base sicura in un contesto, quello dei mercati, instabile per sua stessa natura.

Domande frequenti

Quale investimento è più sicuro?

Ogni investimento è soggetto ad un rischio. In genere possiamo limitare il rischio attraverso la diversificazione e investendo con un orizzonte temporale abbastanza lungo. Inoltre è importante affidarsi ad un consulente serio ed affidabile.

Dove investire i soldi senza rischi?

Moneyfarm consiglia di investire nel lungo termine, utilizzando strumenti come gli ETF, che possono portare alla crescita del capitale investito attraverso l’interesse composto.

Come fare investimenti sicuri? 

Per investire in modo sicuro è necessario identificare la strategia che massimizzi il ritorno economico e che allo stesso tempo garantisca un livello adeguato di protezione del capitale.

Prova Moneyfarm

Moneyfarm è il Consulente Finanziario Indipendente che ti guida e gestisce il tuo capitale con un investimento su misura e un consulente dedicato sempre al tuo fianco.

Simula un portafoglio personalizzato

- Premiati per il 7° anno consecutivo “Miglior Consulente Finanziario Indipendente in Italia”
- Superati i 2 miliardi di euro di risparmi in gestione
- Scelti da più di 80.000 investitori attivi in tutta Europa
- Consigliati da più del 90% dei nostri clienti