Pubblicato in:

Differenze tra ETF e Fondi comuni d’investimento [Video]

Gli ETF sono una particolare tipologia di Fondi comuni d’investimento, ma si differenziano da questi ultimi poiché aggiungono ai vantaggi dell’investimento diversificato (tipici del Fondo), quelli di tipo gestionale, economico e di negoziazione.

Dal punto di vista gestionale sussiste una delle differenze più marcate: i fondi hanno gestione attiva, mentre gli ETF hanno gestione passiva; i primi hanno come obiettivo quello di superare le performance del mercato, mentre i secondi si limitano a replicare quelle degli indici sottostanti, con conseguente contenimento di costi e dei rischi.

Dal punto di vista economico infatti gli ETF hanno costi di gestione inferiori rispetto ai Fondi.costi di gestione (TER) sono chiaramente indicati nel prospetto informativo e sono facilmente reperibili sui siti finanziari specializzati come ad esempio quello di Borsa Italiane. Inoltre nel caso degli ETF il costo delle relative quote è noto prima dell’acquisto, mentre per i Fondi solo al momento. Nel caso degli ETF le operazioni di acquisto e vendita possono avvenire in qualsiasi momento (al pari di una singola azione) mentre nel caso dei  Fondi, l’evasione dell’ordine avviene in un momento successivo rispetto alla richiesta, quindi non si conosce il prezzo dell’acquisto fintanto che non si è acquistato.

Scopri la proposta d'investimento costruita per te

1. Crea il tuo profilo
2. Scopri il tuo portafoglio
3. Comincia a investire
Simula un portafoglio
Il tuo capitale investito è a rischio di perdita

Dal punto della liquidità dello strumento finanziario, gli ETF sono particolarmente liquidi, è facile procedere alle operazioni di acquisto e vendita sul mercato essendo molto scambiati.

Nel video spieghiamo dunque quali sono gli elementi di differenziazione tra ETF e Fondi, per comprenderne funzionamento e aspetti essenziali utili all’investitore.

Hai trovato questo contenuto interessante?

Hai già votato, grazie!