Pubblicato in:

Voluntary disclosure: la fine dei paradisi fiscali?

Rientro capitali esteri

La legge della voluntary disclosure, nata per combattere l’evasione fiscale e il riciclaggio di denaro sporco, viene approvata dal Senato e si appresta a entrare in vigore in tempi brevi.

La legge riguardante il rientro dei capitali dall’estero, approvata in toto dal Senato senza alcuna modifica al testo, a breve, dopo l’iter legislativo dei ministeri per la stesura definitiva, e la successiva pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, entrerà in vigore insieme al nuovo reato di autoriciclaggio.

Tra le novità della voluntary disclosure, la possibilità di far rientrare i capitali dall’estero autodenunciandosi e pagando sanzioni ridotte. Come sottolineato dal ministro Padoan, non si tratterà di un condono poiché tutti saranno costretti a fornire  i propri dati bancari e a pagare l’intero ammontare dell’imposta dovuta, a essere ridotte saranno solo le sanzioni e le eventuali pene. Non ci si fermerà ai documenti bancari ma si ricostruirà tutta la storia fiscale del capitale in questione, compresi gli intermediari coinvolti e i rendimenti ottenuti dall’investimento. 

L’autodenuncia suggella una collaborazione volontaria col Fisco che esclude la punibilità per dichiarazione infedele o omessa e riduce le pena per dichiarazione fraudolenta a un quarto della misura edittale. Per chi, recidivo, dovesse omettere ancora una volta la dichiarazione di una parte dei beni, o produrre un’attestazione falsa, vi sarà il rischio di una condanna fino a sei anni di carcere.

La riduzione delle sanzioni è prevista per coloro che detengono i seguenti patrimoni non dichiarati:

Scopri la proposta d'investimento costruita per te

1. Crea il tuo profilo
2. Scopri il tuo portafoglio
3. Comincia a investire
Simula un portafoglio
  • conti correnti
  • polizze assicurative
  • fondi comuni
  • trust
  • deposito di metalli preziosi
  • partecipazioni
  • beni immobili
  • beni mobili registrati

Ma la vera novità della legge è l’introduzione del reato di autoriciclaggio secondo cui sarà punito, per la prima volta in Italia, chi reinveste il denaro frutto di un reato da esso stesso commesso. Finora, infatti, si era chiamati a rispondere soltanto del riciclaggio di denaro sporco altrui.

È  ancora presto fare delle previsioni sull’efficacia della voluntary disclosure ma, come sottolineato dal Senato, la legge sarà “il bastone” usato per convincere i più ostinati a convertirsi al fisco. Dal 2018, tra i paesi che avranno aderito, entrerà in vigore la procedura di scambio automatico dei dati fiscali dei risparmiatori per cui per i paradisi fiscali e i circa 230 miliardi di euro italiani depositati in Svizzera sarà difficile sfuggire al fisco.

Per il rientro dei capitali o l’autodenuncia si avrà tempo fino al 30 settembre 2015, data entro la quale si potrà attenuare il peso sanzionatorio delle violazioni commesse relative al periodo antecedente il 31 dicembre 2013.

Prova Moneyfarm

Moneyfarm è il Consulente Finanziario Indipendente che ti guida e gestisce il tuo capitale con un investimento su misura e un consulente dedicato sempre al tuo fianco.

Simula un portafoglio personalizzato

- Votati migliore servizio di consulenza finanziaria in Italia per il quarto anno consecutivo
- Scelti da più di 160.000 investitori in tutta Europa
- Consigliati da più del 90% dei nostri clienti