Pubblicato in:

Trading online: cos’è e come funziona?

trading online


Il trading è un’attività che ha origini millenarie, ma grazie alla rete internet ha cambiato il suo volto nel tempo. Se prima la compravendita di strumenti finanziari avveniva solo alla Borsa di Milano, di Londra o di New York, oggi basta un computer (o uno smartphone) e una connessione internet. È grazie a questa evoluzione che è nato il trading online.

Ma il trading online cos’è esattamente? È quell’attività che permette di comprare e vendere online degli asset finanziari di vario tipo e guadagnare dalla differenza di prezzo. Gli strumenti finanziari che si possono scambiare sono azioni, obbligazioni, materie prime o valute.

La logica che sta dietro all’attività di trading online è molto semplice: se in base all’analisi prevedo che il prezzo di un’azione salirà, la compro per rivenderla quando il suo prezzo sarà aumentato. La differenza di prezzo, al netto delle commissioni pagate all’intermediario, rappresenta il guadagno.

Oggi moltissime persone si avvicinano a questo tipo di investimento e vogliono imparare come funziona il trading online. Questo interesse è spesso generato dalla convinzione che il trading possa generare facili guadagni senza troppa fatica, ma purtroppo la realtà è ben diversa.

Trattandosi di un’attività altamente speculativa, c’è la possibilità di guadagnare molto in poco tempo, ma altrettanto rapidamente l’investitore inesperto può perdere il proprio capitale. Dopo aver investito tempo e denaro, si scopre così che il trading online nella migliore delle ipotesi diventa un’attività a somma zero. Nella peggiore, si perde invece l’intero capitale investito.

Trading online: tabella iniziale

👨‍ A chi è adatto il trading online?Agli investitori disposti a studiare i mercati e tenere a freno l’emotività
💻 Cosa serve per fare trading online?Un dispositivo connesso a internet e una piattaforma di trading messa a disposizione dai broker
📱 Si può fare trading online con lo smartphone?Sì, scaricando l’app per il trading online
📉 Il trading online conviene?È un’attività speculativa che comporta un alto livello di rischio ed è difficile replicare i guadagni nel lungo periodo

A chi è adatto il trading online?

Oggi per fare trading online basta una connessione internet e un computer, oppure un altro dispositivo connesso alla rete, come uno smartphone o un tablet. La facilità di accedere alle negoziazioni nei mercati finanziari attrae inevitabilmente tanti aspiranti trader, con poca o nessuna esperienza nel settore.

Gli scambi economici che avvengono nel trading online raggiungono cifre da capogiro. Giusto per avere un’idea, gli scambi nel Forex (dove lo strumento finanziario sono le valute) raggiungono ogni giorno circa 5 mila miliardi!

Si capisce bene quindi che si tratta di mercati dove operano quotidianamente moltissimi investitori professionali, dotati di pluriennale esperienza, computer evoluti e un team di analisti esperti. Quando l’investitore inesperto si avvicina al mondo del trading online, si trova quindi in un mercato popolato da squali, che riescono a guadagnare con facilità il denaro di chi invece si improvvisa e perde il suo capitale.

Chi vuole iniziare ad investire senza finire in pasto agli squali, dovrebbe quantomeno farlo dopo un’adeguata formazione nel trading online. Solo in questo modo si può avere un’idea più chiara di come funzionano i mercati finanziari, come si usano le piattaforme di trading e soprattutto quale strategia utilizzare.

Iniziare senza una solida base di partenza, lascia gli aspiranti trader in preda all’emotività, che può giocare brutti scherzi quando si investe del denaro. Chi non ha nervi saldi e una buona conoscenza dei mercati, rischia di lasciarsi trasportare dalla paura di perdere o dalla tentazione di rischiare troppo per guadagnare sempre di più.

Piattaforme online

Grazie alla tecnologia si può fare trading online anche dal divano di casa o in qualunque altro luogo in cui sia presente una rete internet. La compravendita di asset finanziari può avvenire, però, solo attraverso un intermediario, che mette a disposizione delle piattaforme di trading online.

Questi intermediari o broker possono essere società di intermediazione mobiliare (SIM), banche o altre società specializzate in questo settore. La scelta del broker è fondamentale per non cadere vittima di truffatori oppure intermediari poco trasparenti. È buona norma affidarsi sempre ad operatori che hanno ricevuto apposita autorizzazione da parte della Consob.

Una volta scelto il broker, bisogna scaricare su un dispositivo la piattaforma di trading e iniziare a capirne il funzionamento. Le piattaforme possono essere molto diverse tra loro, ma hanno tutte le funzionalità di base per poter operare.

Le piattaforme adatte ai neofiti sono le più semplici e hanno un’interfaccia utente intuitiva. Quelle più avanzate offrono invece delle funzionalità aggiuntive, che permettono ad esempio di fare analisi complesse sui grafici o inserire le operazioni al raggiungimento di una determinata soglia di prezzo.

I broker in genere offrono gratuitamente le piattaforme di trading più basilari, che sono rivolte al grande pubblico e agli aspiranti trader. Gli investitori professionali preferiscono invece usare delle piattaforme più evolute, che possono prevedere il pagamento di un canone mensile.

App per trading online

Le tecnologie digitali hanno permesso ad un pubblico sempre più vasto di accedere al trading online. Per facilitare ancora di più l’accesso a questa attività d’investimento, sono nate anche numerose applicazioni per smartphone, dotate delle funzionalità necessarie per fare trading online.

Le app di trading hanno il vantaggio di permettere ai trader di seguire l’andamento delle operazioni e dei mercati anche in mobilità. Ma c’è anche il rovescio della medaglia, perché rendere il trading così accessibile, potrebbe indurre l’investitore inesperto a vedere il trading online come un gioco.

Sebbene le piattaforme e le app di trading permettano spesso di creare dei conti demo, cioè dei conti dimostrativi che servono a conoscere la piattaforma e testare le strategie, chi utilizza queste applicazioni lo fa per investire il proprio denaro, spesso con una certa leggerezza.

Scopri la proposta d'investimento costruita per te

1. Crea il tuo profilo
2. Scopri il tuo portafoglio
3. Comincia a investire
Simula un portafoglio

Scopri come costruiamo il tuo percorso d'investimento

Prova Moneyfarm

  1. Crea il tuo profilo
  2. Scopri il tuo portafoglio
  3. Scegli quando investire
Prova Moneyfarm

Come si impara a fare trading partendo da zero?

Chi vuole iniziare a operare nei mercati finanziari, dovrebbe per prima cosa approfondire la materia e curare la propria formazione sul trading online. Gli argomenti da approfondire sono diversi e vanno scelti in base al mercato da tradare e al tipo di strategia che si vuole seguire.

I libri sul trading sono un’ottima base per approcciarsi a quest’attività speculativa. Esistono anche molti corsi di trading online che partono dalla base e poi si focalizzano su un mercato piuttosto che un altro. Sono tematiche che può studiare anche un aspirante trader che parte da zero e vuole capire se si tratta di un’attività che può funzionare per sé.

Quando si impara il trading, dovrebbe essere dedicata una particolare attenzione all’analisi che precede la vera e propria operatività. A seconda degli approcci che si sceglie di seguire, si può trattare di analisi tecnica (che si basa sullo studio dei grafici) o analisi fondamentale (che si basa invece sullo studio della macroeconomia).

Come fare trading online sicuro?

Il timore di incappare in qualche fregatura è più che legittimo, perché non tutti i broker sono autorizzati dalla Consob. Tra l’altro alcuni intermediari utilizzano una comunicazione ingannevole, perché promettono lauti guadagni anche a fronte di piccoli depositi. In questo caso dovrebbe accendersi subito una lampadina, perché la truffa potrebbe essere dietro l’angolo.

Come fare trading online sicuro? Il primo passo è quello di scegliere un broker ECN (Electronic Circuit Network), che per l’esecuzione degli ordini si affida ad un network di fornitori e guadagna solo dalle commissioni. In alternativa si può scegliere un broker STP (Straight-Throught Processing), che invece piazza gli ordini attraverso il mercato interbancario, anche se può avere delle commissioni più alte dei broker ECN.

È consigliabile stare alla larga dai broker Market Maker, perché rinegoziano i prezzi degli asset in modo poco trasparente e guadagnano quando i trader perdono il loro capitale. Quando si gioca contro il banco, le possibilità di mettere a rischio tutto il capitale aumentano in modo esponenziale.

Quali sono i possibili guadagni?

Come già anticipato, con il trading online si può guadagnare o perdere molto denaro con pochi click. Chi porta a casa la fetta più grande della torta sono sempre gli investitori professionali, mentre i trader in erba si prendono spesso dei rischi molto grandi nel tentativo di “fare soldi facili” (il che, naturalmente, vale anche per le criptovalute).

Iniziare a fare trading online con l’idea di diventare ricchi, è di sicuro un proposito da abbandonare immediatamente. L’effetto leva tipico del trading è un’arma a doppio taglio, che può portare gli investitori ad affrontare brusche oscillazioni del capitale investito.

Quando un risparmiatore sceglie di investire il proprio denaro, dovrebbe ragionare in un’ottica di lungo periodo e diversificare il più possibile il portafoglio d’investimento. Pianificazione del rischio e diversificazione sono purtroppo dei concetti che troppo spesso il trader inesperto ignora.

Trading online: conviene davvero?

Una volta scoperto cos’è il trading online e come funziona, un aspirante trader dovrebbe domandarsi se è un’attività che conviene oppure no. Da quando sono entrate in vigore le normative ESMA, è possibile conoscere con esattezza qual è la percentuale dei trader che perde denaro nelle diverse piattaforme di trading.

Purtroppo i dati sono tutt’altro che incoraggianti, perché nella migliore delle ipotesi il 66% delle persone che fanno trading online perde il proprio denaro. Bastano questi dati per far desistere anche il trader più volenteroso, che magari pensava anche di investire in un costoso corso di formazione.

Esistono diversi modi per investire denaro e di certo il trading online non è quello che ci sentiamo di consigliare. Se vuoi dare una chance a questa attività, assicurati di investire una piccola parte del tuo capitale e considera questa operatività poco più di un passatempo.

Conclusioni

Il trading online è un’attività altamente speculativa e anche se permette di guadagnare cifre interessanti in poco tempo, comporta la possibilità di perdere buona parte del capitale investito con la stessa facilità. Anche chi ottiene risultati interessanti, difficilmente riesce a replicarli nel lungo periodo.

Perché allora non adottare una strategia d’investimento più lungimirante? Pianifica il tuo percorso d’investimento con Moneyfarm e fai crescere il tuo capitale in base a degli obiettivi costruiti su misura per te.

Domande frequenti

Cos’è il trading online?

È una forma di investimento che consiste nel comprare e vendere online diversi asset finanziari attraverso delle piattaforme dedicate messe a disposizione dai broker, guadagnando dalla differenza di prezzo.

È sicuro fare trading online?

Per tradare su piattaforme sicure, è bene scegliere solo broker che sono autorizzati dalla Consob. Inoltre è consigliabile scegliere dei broker ECN o STP, ed evitare invece i broker Market Maker.

Quanto si può guadagnare col trading online?

Anche se molti trader sono attratti dalla possibilità di fare soldi facili, è bene restare con i piedi per terra. La leva finanziaria può far crescere in modo esponenziale sia i profitti che le perdite, quindi è bene adottare un atteggiamento prudente.

Prova Moneyfarm

Moneyfarm è il Consulente Finanziario Indipendente che ti guida e gestisce il tuo capitale con un investimento su misura e un consulente dedicato sempre al tuo fianco.

Simula un portafoglio personalizzato

- Premiati per il 7° anno consecutivo “Miglior Consulente Finanziario Indipendente in Italia”
- Superati i 2 miliardi di euro di risparmi in gestione
- Scelti da più di 80.000 investitori attivi in tutta Europa
- Consigliati da più del 90% dei nostri clienti