Pubblicato in:

Giornata Mondiale del Risparmio: dal piccolo risparmio agli investimenti intelligenti

Risparmio e investimenti

Cambiano i tempi e cambiano i mercati. Ma oggi anche il piccolo risparmio può fare la differenza.

Nessun dolcetto o scherzetto come vorrebbe per tradizione la giornata di Halloween. O almeno si spera…visto che il tema di oggi è piuttosto serio: il risparmio.

Dal 1924, il 31 ottobre, si celebra la Giornata Mondiale del Risparmio, per sottolineare l’importanza della sua raccolta e tutela. Se in quegli anni, la gestione del risparmio era considerata una disciplina fondamentale per il benessere finanziario dell’individuo e della comunità, oggi ha assunto i connotati di una vera sfida, tra informazioni poco chiare, scarsa trasparenza e conoscenza della materia ridotta al minimo.

Iniziamo quindi a fare chiarezza su alcuni punti e a sfatare falsi miti.

1. Meglio poco ma subito

Certo ognuno di noi ha un’indole più o meno avventuriera ma il discorso “meglio un uovo oggi che una gallina domani”, andrebbe approfondito per capire che in materia di investimenti finanziari le regole del gioco cambiano rispetto la vita quotidiana.

Se infatti nel quotidiano un approccio volto ad prendersi il sicuro subito lasciando al domani il manifestarsi di eventuali condizioni più favorevoli è comprensibile, nel mondo finanziario il “breve termine” non paga, anzi potrebbe costare caro.

Un evento inaspettato potrebbe avere effetti negativi sul tuo investimento e solo il tempo, unitamente ad un’adeguata strategia, ti consentirà di rimediare alle perdite che potresti aver subito.

Ecco perché il “poco ma subito” non funziona, o funziona poco, con gli investimenti finanziari e perché la scelta ideale rimane quella di un investimento cucito sulle proprie specificità (anche di carattere temporale), senza vincoli o penali di sorta.

Scopri la proposta d'investimento costruita per te

1. Crea il tuo profilo
2. Scopri il tuo portafoglio
3. Comincia a investire
Simula un portafoglio

2. In fondo è il rendimento quello che conta

Quante volte ti sarà capitato di sentire che “quello che conta davvero è il risultato finale”, quindi il guadagno ottenuto dopo un certo tot di tempo? Temo tante…Tale atteggiamento è terreno fertile per l’operato spesso poco trasparente di alcune banche o società di gestione del risparmio che si trovano (pur con le debite eccezioni) a vendere prodotti finanziari, spesso senza mettere in chiaro tutte le voci di costo e le commissioni cui l’investimento sarà soggetto.

Devi conoscere i costi del tuo investimento, devi capire come funziona e quali sono i suoi rischi, così da poter scegliere la soluzione adatta al tuo profilo. La conoscenza dovrebbe essere sempre alla base della sottoscrizione di un investimento finanziario, anche di quello in apparenza più semplice, conoscenza che richiede un approfondito lavoro di analisi sui vantaggi e rischi dei prodotti immessi sul mercato di cui è necessario valutare costi e benefici (come abbiamo fatto nel caso dei PIR, ad esempio)

.

3. I rendimenti son bassi e aumentare l’esposizione azionaria può aiutare

I mercati finanziari sono volatili per natura ma far passare questo messaggio non è sempre facile. Più facile invece trovarsi a fare i conti con investitori preoccupati per l’andamento negativo dei mercati che chiedono ai gestori dei loro portafogli interventi volti ad un rendimento più alto.

Può capitare che gli investitori chiedano ad esempio un aumento delle azioni in portafoglio poiché nel caso in cui i mercati dovessero andare bene potrebbe “aiutare le finanze” dell’investitore trascurando tuttavia la condizione inversa, ossia quella dei mercati negativi. Aumentare l’esposizione all’azionario, potrebbe potenzialmente comportare rendimenti maggiori ma al contempo rischi notevoli, soprattutto per investimenti con orizzonti temporali ridotti che non consentono di recuperare le eventuale perdite subite.

Certo le proiezioni fatte dagli esperti possono aiutare, ma la “ricetta” di una asset allocation bilanciata e in linea con le caratteristiche dell’investitore è sempre la migliore, in grado di proteggere dagli scossoni finanziari che potrebbero in pochi minuti vanificare l’investimento fatto e garantire buoni risultati. Un approccio moderatamente conservativo e un portafoglio investimenti ribilanciato periodicamente sono quindi la soluzione ideale per un investimento efficiente oltre che la riposta più saggia al panico degli investitori.

Prova Moneyfarm

Moneyfarm è il Consulente Finanziario Indipendente che ti guida e gestisce il tuo capitale con un investimento su misura e un consulente dedicato sempre al tuo fianco.

Simula un portafoglio personalizzato

- Votati migliore servizio di consulenza finanziaria in Italia per il quarto anno consecutivo
- Scelti da più di 160.000 investitori in tutta Europa
- Consigliati da più del 90% dei nostri clienti