Pubblicato in:

Fondi Comuni: Il declino e la caduta dei gestori

Gestore di fondi comuni

La gestione attiva di fondi comuni è datata e gli stock pickers dovranno trovare qualcos’altro da fare per vivere.

Questo l’inizio dell’articolo pubblicato sul Wall Street Journal dove Charles Ellis, persona di spicco nel mondo dell’asset management, sostiene che il ruolo dei gestori di fondi (ovvero quello di scegliere i migliori titoli per cercare di battere il mercato), non sia più valido in un mondo passivo dove gli ETF (fondi passivi) replicano e quindi ottengono le stesse performance del mercato.

Secondo Ellis, il mondo dello stock picking per come è conosciuto ora è finito e, tranne per qualche eccezione e gli index funds, la faranno da padrone. Investire e la consulenza finanziaria diventeranno quindi più semplici ed economici dato che non si dovranno più sostenere costi per mantenere gli stipendi dei numerosi portfolio managers.

A sostegno della sua affermazione Ellis sottolinea che più i gestori di fondi comuni si armano di strumenti innovativi e analitici, dashboard di trading e quant’altro, più la competizione sui mercati aumenta e quindi diventa più difficile battere il mercato. Grazie a questo gioco vizioso le performance al netto dei costi di gestione ottenute dai clienti danno somma zero e rendono quindi inutile l’approccio attivo.

Scopri la proposta d'investimento costruita per te

1. Crea il tuo profilo
2. Scopri il tuo portafoglio
3. Comincia a investire
Simula un portafoglio

Se però fino a qualche tempo fa nessuno faceva caso alle alte fees fatte pagare da banche d’investimento e gestori ora le commissioni iniziano a giocare un ruolo fondamentale nella scelta della giusta strategia di investimento. Soprattutto in un mondo come quello odierno dove i mercati azionari hanno rendimenti medi annui del 4% e delle fees del 2% annuo diventano assolutamente troppo alte.

Le commissioni sugli investimenti dovranno abbassarsi.

Certamente i gestori attivi non spariranno del tutto, ma i portafogli di ETF che ora rappresentano il 28% del mercato accresceranno sempre di più la loro quota di mercato proprio grazie alle loro fees minori. ETF che proprio grazie alla loro struttura di certo non batteranno il mercato ma almeno restituiranno le performance di esso anno dopo anno, rendendosi quindi strumenti perfetti per il piccolo medio risparmiatore che vuole vedere i propri risparmi anno dopo anno.

La nascita di servizi di consulenza finanziaria sarà al centro dell’asset management nel prossimo futuro e grazie alle nuove tecnologie sarà possibile ridurre le commissioni di gestione pagate dagli investitori. Servizi come quello di MoneyFarm diventeranno al centro dell’attività finanziaria delle persone e aiuteranno tutti gli inesperti a gestire meglio i propri risparmi.

Prova Moneyfarm

Moneyfarm è il Consulente Finanziario Indipendente che ti guida e gestisce il tuo capitale con un investimento su misura e un consulente dedicato sempre al tuo fianco.

Simula un portafoglio personalizzato

- Votati migliore servizio di consulenza finanziaria in Italia per il quarto anno consecutivo
- Scelti da più di 160.000 investitori in tutta Europa
- Consigliati da più del 90% dei nostri clienti