Pubblicato in:

BTP Futura: la guida completa per il 2022?

btp futura


Investire i propri risparmi e al tempo stesso supportare la crescita del Paese, è possibile grazie ai titoli di Stato BTP Futura. Si tratta di strumenti d’investimento che riscuotono un discreto successo tra gli investitori, come dimostrano i risultati dell’ultima emissione.

L’ultima distribuzione di BTP Futura si è conclusa nel novembre 2021, con una buona risposta da parte degli investitori. L’emissione ha portato alla sottoscrizione di 91.000 contratti, con un media di 35,8 mila euro investiti per ogni contratto. Vediamo allora tutto quello che c’è da sapere su questo titolo di Stato.

BTP Futura: tabella iniziale

✅ Cosa distingue BTP Futura dagli altri Titoli di Stato?È un Titolo di Stato 100% retail con cedole nominali crescenti nel tempo
💻 Come avviene il collocamento di BTP Futura?Attraverso la piattaforma MOT
💳 Come acquistare BTF Futura?Presso il servizio di home banking di una banca o in filiale, alla Posta e presso i broker abilitati
❓ Conviene davvero?Conviene a chi cerca un rendimento certo o vuole diversificare il portafoglio d’investimento

Cosa sono i BTP Futura

I titoli di Stato BTP Futura sono uno strumento d’investimento di medio-lungo termine, pensato per agevolare la ripresa del Paese dopo le difficoltà economiche legate all’emergenza Coronavirus. Infatti sono fondi destinati a finanziare i provvedimenti emanati dal Governo Italiano per supportare lo sviluppo economico del Paese.

I BTP Futura sono ideati per soddisfare le esigenze dei cosiddetti sottoscrittori retail, cioè i risparmiatori non professionali, che comprendono non solo le persone fisiche, ma anche le imprese, le società e gli enti.

Infatti, per facilitare l’acquisto di questi titoli di Stato, si utilizza la piattaforma MOT di Borsa Italiana-Euronext e non il sistema dell’asta, come avviene invece per gli altri titoli di Stato emessi dal Ministero del Tesoro (ad eccezione del BTP Italia).

Chi acquista BTP Futura si impegna in un investimento di medio-lungo termine, che premia i risparmiatori con una remunerazione che cresce nel tempo, con tassi minimi garantiti e un sistema che gratifica i sottoscrittori che detengono i titoli fino alla scadenza prefissata.

In cosa differiscono dagli altri titoli di Stato?

A differenza degli altri titoli di Stato, il BTP Futura si rivolge esclusivamente agli investitori privati, infatti si tratta dell’unico titolo di Stato 100% retail. Solo gli investitori individuali ed affini possono sottoscrivere il BTP Futura, mentre gli altri titoli di Stato si rivolgono ad una platea più ampia.

Un’altra caratteristica che rende unico questo strumento d’investimento è rappresentato dalle cedole nominali crescenti nel tempo, in base ad un meccanismo step-up.

Inoltre il premio finale per chi detiene il titolo fino alla scadenza è commisurato alla crescita annuale del PIL nazionale. La redditività dell’investimento cresce quindi insieme alla crescita economica del Paese, che rappresenta la ragione d’essere del titolo stesso.

BTP Futura: quotazione e rendimento

La quarta e ultima emissione del BTP Futura ha avuto luogo dall’8 al 12 novembre 2021 e il collocamento è avvenuto tramite l’infrastruttura tecnologica del MOT. Sebbene si tratti di strumenti finanziari di nuova emissione e quindi di transazioni tipiche del mercato primario, per il collocamento si è scelta la piattaforma del MOT, che è tipicamente utilizzata per il mercato secondario.

Mentre nella procedura d’asta il prezzo dei titoli è determinato a conclusione dell’asta, la quotazione del BTP Futura viene determinata solo nell’ultimo giorno di collocamento e alle condizioni di mercato, con il prezzo dei titoli pari al loro valore nominale (100€).

A partire dal giorno di emissione, i risparmiatori che intendano acquistare BTP Futura, possono farlo attraverso la piattaforma MOT, al prezzo fissato in base alle condizioni del mercato. La procedura di acquisto dopo l’emissione, è la stessa di ogni altro titolo scambiato nel mercato secondario.

Una volta acquistati i titoli di BTP Futura, il rendimento è fisso e crescente nel tempo, in base ad una logica premiale pensata per gratificare chi detiene il titolo fin dalla sua emissione. Il rendimento è determinato dai tassi cedolari minimi che crescono nel tempo, secondo un meccanismo step-up. Il tasso cedolare è fisso per i primi 4 anni e poi cresce al 5° anno e all’9° anno.

Il BTP Futura è legato anche ad un premio fedeltà, che viene riconosciuto ai sottoscrittori in 2 momenti diversi. A conclusione del 8° anno di vita del titolo, l’investitore riceve un premio intermedio tra un minimo dello 0,4% del capitale investito fino ad un massimo dell’1,2%, pari al 40% della media del tasso di crescita del PIL nominale che si registra nei primi 8 anni di vita del titolo.

Il secondo premio fedeltà arriva invece al 12° anno, allo scadere del titolo di Stato, ma solo per quegli investitori che detengono il titolo dall’emissione fino alla sua scadenza naturale. Questo premio si compone di due parti:

  • La prima va da un minimo dello 0,6% del capitale investito fino ad un massimo dell’1,8%, pari al restante 60% della media del tasso di crescita del PIL nominale nei primi 8 anni di vita del titolo;
  • La seconda parte del premio finale va da un minimo dell’1% fino ad un massimo 3% del capitale investito ed è pari al 100% della media del tasso di crescita del PIL nominale registrato dal 9° al 12° anno di vita del titolo.

Quali tassi offre BTP Futura?

Nell’ultimo giorno della quarta emissione dei titoli di Stato BTP Futura (il 12 novembre 2021), il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha comunicato i tassi cedolari fissi definitivi, che crescono ogni 4 anni secondo seguente il meccanismo step-up:

  • 0,75% dal 1° al 4° anno;
  • 1,35% dal 5° all’8° anno;
  • 1,70% dal 9° al 12° anno.

Come viene collocato il BTP Futura?

Per i titoli di Stato BTP Futura è previsto il collocamento tramite la già citata piattaforma MOT. Durante il periodo di collocamento, il sistema riceve gli ordini tramite la banche aderenti al MOT e sulla stessa piattaforma gli investitori possono sottoscrivere i contratti di compravendita.

Concluso il periodo di collocamento, il Ministero dell’Economia e delle Finanze stabilisce l’ammontare complessivo di BTP Futura da emettere e fissa i tassi cedolari fissi definitivi.

Scopri la proposta d'investimento costruita per te

1. Crea il tuo profilo
2. Scopri il tuo portafoglio
3. Comincia a investire
Simula un portafoglio

Il collocamento dei BTP Futura tramite MOT facilita l’acquisto dei titoli di Stato da parte dei risparmiatori, che possono completare l’operazione tramite le piattaforme di home banking, i broker abilitati oppure presso le filiali della propria banca o di Poste Italiane.

Emissione BTP Futura

L’emissione di BTP Futura avviene dopo la chiusura del periodo di collocamento dei titoli e la data di valuta dell’emissione viene specificata nella scheda informativa dei titoli, pubblicata dal MEF sul sito web www.mef.gov.it. In quella data verranno quindi emessi tutti i BTP Futura per i quali sono stati validamente sottoscritti dei contratti di compravendita durante il periodo di collocamento.

Nel Decreto di Accertamento emanato dal MEF sono indicati l’ammontare totale di BTP Futura da emettere e la serie di tassi cedolari fissi definitivi.

Acquistare BTP Futura: come farlo?

Visto che i BTP Futura sono uno strumento d’investimento che si rivolge agli investitori non istituzionali, le opzioni per acquistare questi titoli di Stato sono piuttosto semplici.

Per procedere all’acquisto, basta accedere al servizio di home banking offerto dalla propria banca (se aderente al MOT) durante il periodo di collocamento. In alternativa la compravendita dei BTP Futura si può concludere anche presso gli sportelli bancari, quelli postali o presso gli altri broker abilitati.

L’acquisto dei titoli di Stato è possibile anche dopo il periodo di collocamento, infatti si tratta di strumenti finanziari negoziabili nel mercato secondario, attraverso la piattaforma MOT. Il prezzo del BTP Futura viene determinato in base alle condizioni di mercato, come accade per gli altri titoli di Stato già emessi.

BTP Futura: conviene nel 2022?

L’acquisto di BTP Futura conviene per chi cerca un rendimento certo, pagato con delle quote garantite in un arco temporale medio-lungo. Prima di decidere se sottoscrivere uno strumento d’investimento, bisogna sempre guardare alla scadenza e ai tassi proposti, a cui in questo caso si aggiunge anche un sistema premiale per chi detiene i titoli dall’emissione alla scadenza.

Per valutare l’investimento si deve tenere conto non solo del rendimento, ma anche dei rischi, che troppo spesso sono sottovalutati. Stiamo parlando in particolare del rischio di credito, a cui si va incontro in caso di inadempienza dello Stato Italiano, e del rischio di tasso, che si verifica in caso di crescita dei tassi d’interesse.

L’acquisto di BTP Futura è consigliato in ogni caso in un’ottica di diversificazione del proprio portafoglio d’investimento. Un portafoglio multiasset permette infatti di bilanciare periodicamente i vari strumenti d’investimento in base alle condizioni di mercato, in modo da massimizzare il rendimento.

Un modo per bilanciare efficacemente un investimento in titoli di Stato potrebbe essere quello di integrare con l’azionario, ma avendo l’accortezza di puntare a strumenti affidabili e di comprovata qualità. La regola d’oro è sempre una: diversificare il portafoglio.

Conclusione

Sebbene i titoli di Stato BTP Futura sia uno strumento facile da comprendere e acquistare, richiedono invece qualche accortezza per la gestione finanziaria della strategia d’investimento. La difficoltà consiste nel valutare i movimenti dei tassi d’interesse e nell’integrazione dei BTP Futura con altri asset presenti nel portafoglio d’investimento.

I piani d’investimento di Moneyfarm sono costruiti attorno alle esigenze di ciascun investitore, con l’obiettivo di minimizzare i rischi e massimizzare il rendimento nel tempo. I BTP Futura sono uno strumento adatto in base al tuo profilo di rischio e ai tuoi obiettivi? Scoprilo insieme ai consulenti dedicati di Moneyfarm, che si occupano della gestione costante del tuo investimento e restano sempre a tua disposizione.

Simula un portafoglio d’investimento con Moneyfarm e scopri come diversificare i suoi asset, con una costante attenzione ai costi e all’obiettivo finale da raggiungere.

Domande frequenti

Cosa sono i BTP Futura?

Sono Titoli di Stato di medio-lungo termine che si rivolgono ad un pubblico 100% retail. Sono pensati per trainare lo sviluppo economico del Paese dopo le difficoltà legate alla pandemia.

Quali tassi offre il BTP Futura?

Sono previsti tassi cedolari fissi, che crescono ogni 4 anni: 0,75% dal 1° al 4° anno, 1,35% dal 5° all’8° anno e 1,70% dal 9° al 12° anno.

Si può acquistare BTP Futura dopo la sua emissione?

Anche dopo il periodo di collocamento è possibile acquistare BTP Futura nel mercato secondario. Anche in questo caso si può utilizzare la piattaforma MOT e acquistare i titoli alle condizioni di mercato.

Prova Moneyfarm

Moneyfarm è il Consulente Finanziario Indipendente che ti guida e gestisce il tuo capitale con un investimento su misura e un consulente dedicato sempre al tuo fianco.

Simula un portafoglio personalizzato

- Premiati per il 7° anno consecutivo “Miglior Consulente Finanziario Indipendente in Italia”
- Superati i 2 miliardi di euro di risparmi in gestione
- Scelti da più di 80.000 investitori attivi in tutta Europa
- Consigliati da più del 90% dei nostri clienti