Pubblicato in:

Il futuro del Fintech non è così lontano

La crescita del Fintech

La rivoluzione tecnologica dei servizi finanziari è già iniziata.

Ormai non ci sono più dubbi che la finanza sia uno dei prossimi settori a essere stravolti dalla tecnologia. Lo si vede tutti i giorni con l’avanzare di startup con l’obiettivo di rivoluzionare il mondo dei pagamenti, altre che vogliono cambiare quello dei prestiti e altre ancora quello della consulenza finanziaria. Il 2014 si è confermato l’anno migliore per la crescita del Fintech, i cui numeri continuano a crescere a ritmi altissimi dopo anni in cui si è faticato a creare fiducia intorno alla finanza alternativa.

Investimenti globali nel Fintech

In Europa, così come su scala globale, continuano a crescere gli investimenti nel Fintech, tanto che, secondo le stime di StrategyEye, gli investimenti globali da parte delle società di Venture Capital in aziende del settore hanno raggiunto i 2,8 miliardi di dollari nel 2014, in netta crescita rispetto agli 1,8 miliardi dello scorso anno e triplicati tra il 2008 e il 2013.

Secondo Accenture a guidare l’Europa sono UK e Irlanda, seguite dai paesi nordici e poi, in ordine d’importanza, da Germania, Russia e Francia.

Sebbene Londra, leader Europeo con più di 135.000 persone impiegate nel settore, sia ritenuta da molti la capitale del Finetch, la sua fetta di torta per quanto riguarda gli investimenti globali nel Fintech è ancora relativamente piccola. Importante però è la sua crescita il cui tasso è il doppio rispetto alla media globale e anche rispetto a quello della Silicon Valley.

Anche in Italia la crescita non manca, seppur di dimensioni più piccole, con MoneyFarm che ha raccolto finora più di 10 milioni di euro e Prestiamoci che da poco è stata venduta a Trustbuddy, società specializzata nel p2p lending.

Scopri la proposta d'investimento costruita per te

1. Crea il tuo profilo
2. Scopri il tuo portafoglio
3. Comincia a investire
Simula un portafoglio

L’industria dei servizi finanziari oggi è focalizzata più che mai sull’innovazione tecnologica, che secondo Gartner porterà banche e istituzioni a spendere circa 485 miliardi di dollari in IT nel 2014, più che in ogni altro settore. L’obiettivo è quello di rafforzare la propria competitività in un settore che viene rapidamente trasformato dalla tecnologia e dai nuovi entranti, portando via fette importanti di clienti e abbassando i margini di profitto.

Dal 2012 molte delle società di servizi finanziari hanno anche iniziato ad aprire i propri acceleratori e fondi di venture alle società di Fintech, un segno che il mercato è ormai maturo. Anche le banche italiane non mancano di supportare la crescita del Fintech con CheBanca che ha ultimato da poco il suo programma per supportare nuove idee e Banca Mediolanum che ha investito 3 milioni di euro nel fondo di VC United Ventures.

Le banche europee inoltre hanno iniziato a diventare più collaborative integrando soluzioni tecnologiche nuove e riconoscendo in sostanza che le piccole startup finanziarie riescono a risolvere molti dei problemi dei propri clienti.

Chi più guadagnerà da questa crescita del Fintech sono sicuramente i clienti. L’innovazione nei servizi finanziari è sempre stata infatti vantaggiosa per tutti i consumatori, dal lancio dei Bancomat alla diffusione dell’home banking, rendendo sempre più pratico e conveniente l’utilizzo dei servizi offerti da banche e finanziarie. Un’innovazione che ora mette nelle mani delle persone le chiavi della crescita.

Non ci sono quindi dubbi sul fatto che l’industria finanziaria continuerà a migliorare adattandosi alle esigenze dei clienti, non è più nemmeno questione di quando ma solo di quanto tempo ci vorrà per vedere una trasformazione completa che ormai è già iniziata.

Prova Moneyfarm

Moneyfarm è il Consulente Finanziario Indipendente che ti guida e gestisce il tuo capitale con un investimento su misura e un consulente dedicato sempre al tuo fianco.

Simula un portafoglio personalizzato

- Votati migliore servizio di consulenza finanziaria in Italia per il quarto anno consecutivo
- Scelti da più di 160.000 investitori in tutta Europa
- Consigliati da più del 90% dei nostri clienti