Pubblicato in:

Finovate traccia il futuro del Fintech

Il ciclo di conferenze del Finovate rappresenta ogni anno un momento importante per conoscere le innovazioni più interessanti nel settore bancario.

Il The City National Civic theatre di San Jose (California) ha ospitato più di 70 aziende tra le stelle nascenti del Fintech in lizza per l’ambito riconoscimento “Best of Show” dell’edizione primaverile del Finovate.

In una maratona di due giorni di presentazioni, ogni azienda ha avuto appena sette minuti per presentarsi e discutere delle ultime novità. Così, sullo stesso palco si sono alternate startup, ma anche aziende affermate, pronte a mettere in chiaro che anche loro sono in gioco per l’innovazione. Alcune delle nuove idee non arriveranno mai al grande pubblico ma i progetti presentati consentono di farsi un’idea del futuro dei servizi finanziari.

Uno degli elementi che rendono unico Finovate è proprio la capacità che ha di fare da anticipatore delle tendenze emergenti e ciò che è emerso dalla kermesse californiana è che le società di servizi finanziari di tutte le forme e dimensioni sembrano pronte a rischiare… forse non tutte queste scommesse pagheranno ma il livello degli investimenti fa ben sperare per il futuro del settore.

Il dato evidente è che il retail banking sta cambiando, perché le esigenze dei consumatori stanno cambiando. Le filiali possono mantenere il loro ruolo centrale ma, oltre a dover rivedere la loro offerta sia in termini di prodotti che di servizi, dovranno sopratutto ripensare il ruolo che svolgono nella vita dei loro clienti. Le nuove tecnologie, come tutte quelle in mostra a Finovate Spring 2015, possono svolgere un ruolo fondamentale in questa evoluzione.

Ecco alcuni dei trend principali emersi per il Fintech quest’anno.

Scopri la proposta d'investimento costruita per te

1. Crea il tuo profilo
2. Scopri il tuo portafoglio
3. Comincia a investire
Simula un portafoglio

Una banca sempre più vicina al cliente grazie agli Smart Wearables.

Anche se la diffusione degli Apple Watch è ancora all’inizio, le banche dovrebbero prepararsi a un cambio nelle abitudini dei clienti. I device indossabili, dispositivi in grado di eseguire applicazioni create da sviluppatori di terze parti (comprese le banche), supereranno i 25 milioni di unità nel 2015 per un incremento del 511% rispetto al 2014. Le soluzioni presentate a Finovate (Malauzai Software e Moven su tutte) hanno mostrato come l’orologio Apple sia in procinto di cambiare anche il retail banking… non più uno schermo aggiuntivo per accedere a funzioni già disponibili attraverso gli smartphone, ma servizi sempre più dedicati a una maggiore e più accurata segmentazione degli usi e costumi della clientela per fornire un servizio sempre più cucito sulle esigenze del cliente.

La riscossa degli Small Business.

A giudicare dalla gamma di prodotti e servizi presentati a Finovate, gli innovatori nel settore dei servizi finanziari vedono un enorme potenziale non sfruttato nel segmento degli small business. La soluzione che è valsa il premio “Best of Show” a Shoeboxed aiuta ad esempio le PMI di gestire le fatture ricevute via mail, elaborando e classificando in maniera automatizzata i dettagli di ogni articolo acquistato.

Dello stesso tenore, la proposta di Karmic Labs che si propone di risolvere i problemi di gestione della cassa per le spese effettuate dai dipendenti di una piccola azienda, in particolare per i lavoratori non qualificati per possedere una carta di credito aziendale. Ma i servizi proposti sono stati svariati e non necessariamente rivolti a una nicchia ridotta di mercato… dalle soluzioni di “business intelligence per tutti” che si propongono di fornire alle aziende strumenti semplificati per le ricerche di mercato a metodi innovativi per la gestione/erogazione dei prestiti tra società.

L’anno del Crowfunding.

Il crowdfunding è la modalità di raccolta di fondi, spesso molti soldi, attraverso un gran numero di piccoli donatori. Pionieri come IndieGoGo e Kickstarter aiutano ogni giorno startup o singoli innovatori a lanciare innumerevoli progetti: film, libri, progetti musicali o prodotti che si propongono di cambiare il mondo. Il crowdfunding è anche un fenomeno di costume e siti comeGoFundMe hanno contribuito a raccogliere denaro per qualsiasi causa, come l’appello a “salvare casa del nonno” (137mila dollari).

Così FundAmerica ha presentato una piattaforma di crowdfunding dedicata a investimenti più importanti, mettendo a disposizione degli investitori una gestione ottimizzata dei pagamenti, in regola con le norme dell’antiriciclaggio, una connessione diretta con un account escrow e altro ancora con lo scopo finale di attuare un crowfunding rivolto all’acquisto di vere e proprie quote delle società.

Interessante anche la proposta di Someone With Group’s che vuole risolvere l’annoso problema delle raccolte fondi a scopo medico (finalizzate a finanziare le spese per una particolare cura) e delle frodi che spesso si celano dietro iniziative di questo tipo e l’inevitabile diffidenza che si è creata e che di fatto penalizza le raccolte reali. La compagnia propone una soluzione che, oltre a certificare la legittimità delle raccolte, monitora e vincola l’utilizzo dei fondi raccolti alle sole voci di spesa indicate nel bando attraverso una partnership con Mastercard.

Prova Moneyfarm

Moneyfarm è il Consulente Finanziario Indipendente che ti guida e gestisce il tuo capitale con un investimento su misura e un consulente dedicato sempre al tuo fianco.

Simula un portafoglio personalizzato

- Votati migliore servizio di consulenza finanziaria in Italia per il quarto anno consecutivo
- Scelti da più di 160.000 investitori in tutta Europa
- Consigliati da più del 90% dei nostri clienti