Pubblicato in:

Come investire i risparmi in modo sicuro: 6 consigli su come farlo in modo semplice

Investire Sicuro

A pochi piace rischiare coi propri investimenti. Ecco alcune semplici regole per investire i risparmi in modo sicuro, trasformando il rischio in alleato.

Chiunque abbia avuto a che fare con gli investimenti, si sarà sentito indirizzare da un consulente o impiegato verso un dato prodotto finanziario, con uno specifico orizzonte temporale e, ovviamente, livello di rischiosità. Esistono però alcune regole fondamentali, sempre valide a prescindere dalla tipologia dell’investimento scelto, che bisogna tenere in considerazione se si vuole investire in modo sicuro e consapevole.

Regole che Moneyfarm (leggi le opinioni dei nostri clienti) consiglia a tutti di seguire indipendentemente dallo strumento finanziario scelto.

Scopri la consulenza di Moneyfarm

1) Investire i risparmi in maniera consapevole: il valore dell’informazione.

Una corretta informazione prima di iniziare aiuta a capire e a scegliere l’investimento più adatto. Esistono diversi strumenti finanziari, orizzonti temporali e aspettative di rendimento. Nonché procedimenti diversi, per i capitali disponibili e le strategie adottate.

Perché questo sia possibile ci sono alcuni elementi cardine, come l’educazione finanziaria, dai quali partire.

La cultura media finanziaria globale è infatti tendenzialmente poco evoluta e anche quella italiana, come emerso da diversi studi, rimane debole e del tutto insufficiente.

Il tempo che l’investitore dedica durante la settimana per monitorare i propri investimenti è scarso e spesso si è poco informati addirittura riguardo il proprio conto corrente bancario per il quale si ignorano eventuali condizioni migliorative.

Il più delle volte non si conoscono neppure le regole base dell’investimento finanziario andando incontro a rischi potenzialmente alti o mancate opportunità di profitto.

Di sicuro investire senza aver capito il funzionamento dello prodotto finanziario scelto o le possibili conseguenze, aumenta la probabilità di compiere degli errori e subire perdite ingenti. Complice talvolta la difficoltà terminologica, spesso si passa più tempo a studiare il potenziale acquisto di un elettrodomestico rispetto allo studio di un investimento adatto alla proprie esigenze e a una gestione del risparmio efficiente.

Una consapevole informazione e conoscenza finanziaria, unitamente a una eventuale assistenza da parte degli operatori del settore, è uno dei presupposti per un corretto e buon investimento, adeguato alle proprie esigenze.

Le prime due “regole d’oro” del famoso investitore, Warren Buffet, ricordano infatti quanto sia indispensabile:

  1. non perdere denaro
  2. ricordare che una corretta gestione delle perdite può essere alla base di un investimento di successo.

2) Affidarsi ad esperti: come investire i risparmi fissando obiettivi  ragionevoli.

Negli ultimi anni, il numero degli investitori in cerca di supporto e consulenza.

Rivolgersi infatti a un consulente finanziario indipendente, chiaramente indipendente, consente al risparmiatore di trovare le informazioni necessarie per capire come investire i risparmi e affrontare il mercato in maniera meno rischiosa . La finanza necessita di una costante operazione di monitoraggio difficilmente fattibile, per i meno esperti, in maniera autonoma. Si tratta di una materia delicata che implica conoscenza degli strumenti, continuo aggiornamento sullo stato dei mercati e, per chi decide di procedere autonomamente, capacità di trading.

Per questo essere supportati nell’attività d’investimento risulta ormai sempre più utile e conveniente.

Se si esclude la possibilità di operare autonomamente, si prospettano due possibili alternative: quella del consulente finanziario o quella dello sportellista bancario.

Sebbene al riguardo non esista una soluzione ideale, ci sentiamo di consigliarvi di evitare situazioni in cui il conflitto d’interessi, per quanto “mascherato” è presente. Vendere un prodotto e guadagnare anche indirettamente dalla sua riuscita può incidere sulla qualità del prodotto stesso.

Per contro operare in completa autonomia da istituti di vario genere, assicura una trasparenza che sommata alla competenza professionale, aiuta a scegliere l’investimento più adatto e conforme alle proprie esigenze, proprio perché non viziato da interessi di sorta.

3) Investire sicuro: quale investimento scegliere per investire i risparmi al riparo da rischi eccessivi.

Investire comporta sempre dei rischi ma una soluzione per un rendimento alto e un rischio contenuto, esiste e si esplica nell’investimento in un portafoglio diversificato, composto da prodotti e Asset Class differenti.

Le Asset Class rappresentano sostanzialmente ciò sul quale si decide di “puntare”, la classe d’investimento sulla quale si decide d’investire e tra quelle nelle quali confluisce la maggior parte degli investimenti figurano:

  • Materie prime
  • Componete monetaria
  • Azioni
  • Obbligazioni
  • Liquidità

Come investire dunque? I rendimenti legati a ciascuna di queste Asset Class differiscono e in generale si hanno rendimenti bassi o nulli se si richiede un facile accesso al denaro investito e la garanzia di avere intatto il capitale investito. Ma un portafoglio d’investimenti ben bilanciato consente di ottenere buone performance pur contenendo i rischi correlati.

Iscriviti alla newsletter gratuita.

Ricevi consigli, suggerimenti e notizie settimanali per aiutarti nella gestione delle tue finanze.

Ad esempio l’investimento in ETF ben si coniuga con le esigenze di differenti profili d’investitore perché si tratta di investire in un paniere di Titoli quindi di:

  • diversificare l’investimento (investire in asset differenti permette di bilanciare le eventuali perdite di un titolo con i guadagni provenienti da un altro)
  • contenere i costi rispetto ad altre forme d’investimento (la gestione passiva consente di ridurre i costi rispetto alla gestione attiva)
  • contenere i rischi (la gestione passiva prevede un approccio al mercato più prudente, stante nella replica di un indice, ad esempio lo Standard & Poor’s, e non nel suo superamento)

4) Come investire i risparmi nel lungo termine.

Ricordate la vecchia fiaba che fin da bambini ci costringeva a ragionare sulla necessità di risparmiare per il futuro?

Si trattava de “La Cicala e la Formica” che ha educato generazioni intere al risparmio e al sacrificio.

Posto che di questi tempi, nostro malgrado, il sacrificio non manca, il risparmio rimane ancora uno fra gli obiettivi più diffusi e capire come preservarne il valore e farlo accrescere nel tempo una delle principali sfide.

Soprattutto in questo momento di incertezza e instabilità, sul piano finanziario, emerge infatti la tendenza da un lato a contenere i costi sui conti correnti e dall’altro a ricercare soluzioni d’investimento per piccole somme che possano garantire un modesto guadagno negli anni futuri.

Ad esempio un giovane che vuole investire 10.000 euro sa di poter contare su un orizzonte temporale di lungo termine e per questo si consiglia di investire in ETF, che a lungo termine danno l’opportunità di crescita del capitale investito pur contenendo costi e rischi correlati all’investimento.

Vale la solita regola per cui più l’orizzonte temporale dell’investimento è vicino, più il rendimento sarà contenuto. Mentre con un obiettivo di risparmio a orizzonte temporale superiore ai 5 anni, si potrebbe guadagnare una cifra cospicua, tenere il passo con l’aumento dei prezzi e investire in modo sicuro senza incorrere in livelli di rischiosità insostenibili.

5) Investire con prudenza: partire da piccole somme.

Se investire in una piccola somma quale ad esempio 5000 Euro, non vi permetterà di vivere di rendita, letteralmente parlando, di sicuro può rappresentare un’opportunità, utile per far fruttare quanto risparmiato e non vanificare il sacrificio fatto. Inoltre, anche laddove doveste avere una buona disponibilità economica, l’ideale è sempre “prendersi il sicuro”, investire quindi partendo da cifre contenute per poi alimentare nel tempo l’investimento.

Alla domanda “Come investire una piccola somma” probabilmente verranno in mente varie soluzioni quali il conto deposito, il normale conto corrente, i Titoli di Stato o, sul fronte postale ad esempio, il libretto di risparmio postale e i Buoni fruttiferi. Ma se l’intenzione è quella di ricavare qualcosa, dunque quella di investire e dare un concreto valore agli sforzi fatti, le summenzionate ipotesi sono da scartare, anche per investimenti di contenuta entità.

Stesso discorso per lo Stato che, in vista di uno scenario più solido, non offre più agli investitori rendimenti degni di nota (si veda il caso delle ultime aste dei Bot e Btp, le quali hanno sfiorato i minimi storici). Inoltre anche di fronte alla tassazione agevolata (12,5 % contro il 26 % previsto per le altre forme di rendita finanziaria) spesso si rivela più conveniente andare alla ricerca di un rendimento più alto piuttosto che fare una scelta basata sulla fiscalità.

Questo costringe il risparmiatore a cercare nuovi prodotti e nuove fonti di rendimento, spostando il proprio target da prodotti molto conservativi a soluzioni di investimento destinate ad orizzonti temporali più lunghi.

Dunque allocare la quota risparmiata in prodotti differenti e per un periodo di tempo magari di qualche anno, offre la possibilità di poter veder maturare dei rendimenti interessanti ed ottimizzare i costi relativi.

6) Tagliare i costi di gestione.

Il risparmio sui costi dell’investimento ha un impatto diretto ed enorme sui rendimenti. Ogni euro annualmente risparmiato (e non speso in commissioni) è mantenuto come capitale di investimento e reinvestito (e quindi capace di generare ulteriori rendimenti). E chiaramente più cresce l’orizzonte temporale d’investimento maggiore è il beneficio del risparmio dei costi sul rendimento finale.

Nell’universo dei prodotti d’investimento gli strumenti più efficienti per la costruzione di un portafoglio d’investimento sono ad esempio gli ETF, che grazie alle limitate commissioni di gestione riducono fino a un decimo i costi di gestione di un portafoglio di investimento, rispetto a strumenti più costosi.

Pertanto, se possiamo allocare per qualche tempo, anche una piccola somma di denaro, l’ideale è investire in prodotti flessibili, che possano bilanciare l’erosione data dai costi di gestione con un rendimento modesto, giusto e realmente utile.

In conclusione.

Siamo certi che vista la crescente complessità degli scenari economici, politici, quindi finanziari, nei prossimi anni, la consulenza in materia di gestione del risparmio sarà sempre più rilevante e necessaria.

Le tensioni geo-politiche mandano in frantumi apparenti sicurezze rendendo sempre più difficile per un normale risparmiatore comprendere in che modo investire.

Ma se da un lato è vero che non esistono investimenti sicuri poiché c’è sempre un margine di rischio e il panorama è complesso, dall’altro è vero che seguendo una serie di regole semplici ma fondamentali, si trovano i modi per investire sicuro, in maniera responsabile ed efficiente.

Per questo, farsi aiutare e tenere a mente i nostri consigli per investire  fin dal principio può essere già un buon punto di partenza, una base sicura in un contesto, quello dei mercati, instabile per sua stessa natura.

Prova Moneyfarm

È sempre un buon giorno per investire.

Inizia oggi il tuo percorso di investimento online. Moneyfarm ti guida con semplicità e trasparenza per cogliere le opportunità e gestire i momenti difficili.

Pianifica il tuo percorso